12 ottobre 2017

MotoGP: quali possono essere i temi del GP del Giappone?

print-icon
Get

MotoGP 2017 (foto: Getty Images)

A Motegi hanno dimostrato in passato di andare forte in tanti, tra questi Marquez e Dovizioso, rispettivamente primo e secondo lo scorso anno. Proviamo a capire quali potrebbero essere i temi del GP

LA PROGRAMMAZIONE

IL CALENDARIO - LA CLASSIFICA

Motegi, pista “stop and go”, ovvero con frenate e accelerazioni violente. Qui in tanti vanno forte: naturalmente Marquez, ma anche Dovizioso, che su questa pista ha conquistato pole e podi significativi. Insomma, sulla carta, i due principali contendenti al titolo se la giocano alla pari, in attesa, naturalmente, di scendere in pista e vedere il reale comportamento di moto e gomme. Ma qui hanno vinto in passato anche Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, con Maverick Viñales terzo nel 2016 a soli 4”1 dal vincitore Marquez. Insomma, sempre sulla carta, può essere un GP spettacolare, pioggia permettendo, prevista da venerdì fino a domenica, senza soluzione di continuità.

Se effettivamente dovesse piovere, come potrebbero cambiare i valori?
Stando a quanto si è visto fino adesso, il più penalizzato dovrebbe essere Maverick Viñales, mai veramente efficace sull’acqua con la Yamaha. In teoria, quindi, un GP bagnato potrebbe essere decisivo, al contrario, per Viñales. D’altra parte, però, se effettivamente saranno tre giorni “bagnati”, Viñales e la Yamaha hanno il tempo per sistemare al meglio la M1 sull’acqua.

Marc Marquez è anche qui il pilota da battere?
Secondo me sì, considerando lo stato di forma di Marquez. Come detto, qui in tanti vanno forte, ma Marquez sembra avere qualcosa, in più, anche considerando i progressi della Honda in accelerazione.

Tra Pedrosa, Lorenzo e Rossi, chi potrà essere più importante per il compagno di squadra?
Per quanto si è visto fino adesso, Pedrosa, perché sembra quello con più possibilità di togliere punti a Dovizioso e Viñales, rimanendo comunque meno competitivo di Marquez. Ma, naturalmente, è tutto da vedere.

Honda, Ducati e Yamaha chiederanno a Pedrosa, Lorenzo e Rossi di aiutare, in caso, il proprio compagno di squadra?
Non ho la certezza assoluta, ma non ho nemmeno dubbi: no.

Dovizioso su questa pista utilizzerà la carenatura con le appendici aerodinamiche?
Senza dubbio: questo è un tracciato dove quella carenatura può dare una mano.

L’Aprilia cosa può fare?
Sicuramente stare nei 10, più difficile nei primi sei considerando quanto vanno forte i piloti ufficiali di Honda, Yamaha e Ducati. Ma la RS-GP ha dimostrato competitività, può fare bene anche qui.

Joan Mir può conquistare il titolo della Moto3?
Sì: deve arrivare primo o secondo indipendentemente dal risultato degli avversari.

Powered by moto.it

Statistiche e curiosità di Motegi

I PIU' VISTI DI OGGI