MotoGP, GP Francia, Johann Zarco: "Polemiche KTM? Le Mans occasione di riscatto"

MOTOGP

Il francese pronto per il GP di casa: "Pierer è stato duro, ma ci siamo chiariti e ho capito le sue dichiarazioni. Questo weekend voglio ottenere un buon risultato per me e per tutto il team, spero che avere svolto qui i test mi aiuti". Sul lavoro con il nuovo coach Bayle: "L'obiettivo è avere più libertà mentale per avere più chance di concentrami sulla moto"

GP FRANCIA, L'ORDINE DI ARRIVO

LA CLASSIFICA, MARQUEZ ALLUNGA

IL CALENDARIO: PROSSIMA TAPPA MUGELLO

TUTTI I VIDEO DELLA MOTOGP

Momento quasi opposto per Quartararo e Zarco: il primo cerca conferme davanti ai propri tifosi dopo l'exploit a Jerez con l'inattesa pole, il secondo vuole dare una svolta alla stagione e chiudere definitivamente le polemiche dei giorni scorsi. L'amministratore delegato di KTM Stefan Pierer aveva definito inaccettabile il rendimento del francese in queste prime 4 gare: "Ho letto le sue parole a ritorno da Jerez. Non ho potuto parlargli direttamente, ma ho capito il perchè del suo sfogo, non ho provato dispiacere o tristezza. Era carico come lo ero io il venerdì della caduta di Jerez, quando non ho avuto belle parole per la moto. I media gli hanno riportato le mie parole: lui ha investito tanti soldi in questo progetto per cui poteva rispondere solo in quel modo, lo capisco. Sappiamo di dover avere pazienza per migliorare questo progetto e nel mentre possiamo perdere il controllo". Il Gran Premio a Le Mans potrebbe essere una bella occasione per mettere a tacere definitivamente questa vicenda: "Spero di dare essere una bella risposta a tutto quello che abbiamo letto sui media".

L'importanza dell'aspetto mentale

Al fianco di Zarco ora c'è un nuovo coach, Jean-Michel Bayle, ex pilota di motocross: "L'anno scorso ho avuto bisogno di prendermi del tempo per capire di cosa avessi bisogno. Sono sempre stato seguito molto da vicino dal mio ex coach, questo mi ha dato il supporto tecnico e la possibilità di pensare semplicemente alla moto. Adesso, però, penso sia arrivato il momento di condividere questa esperienza con Bayle. Mi aiuterà a lavorare con tutto il team. La cosa più importante - prosegue Zarco - è focalizzarsi nel portare a termine il miglior lavoro possibile. Abbiamo già fatto qualche allenamento e ho visto buoni risultati. Quando ho la mente libera riesco a essere più veloce. Nel weekend di gara voglio questo". E conclude: "Quando vivo dei momenti difficili con la moto il mio obiettivo è riuscire a avere libertà mentale per poter estrarre la migliore prestazione".

Chi è il nuovo coach Jean-Michel Bayle? Ecco il suo profilo

I più letti