Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
24 maggio 2019

MotoGP, Mugello. Marc Marquez: "Non sarà facile vincere il GP d'Italia"

print-icon

Il pilota della Honda è consapevole dei suoi numeri non esaltanti al Mugello: "Faticheremo più che a Le Mans e Jerez, lo dicono le statistiche. Se c'è una gara dove dovrò lottare fino all'ultima curva per il successo è proprio il GP d'Italia. Lorenzo? Non sta andando come sperava"

MUGELLO DAY: NON SOLO LA CONFERENZA PILOTI

LA CLASSIFICA DELLA MOTOGP

TUTTI I VIDEO DELLA MOTOGP

Dopo il trofeo sollevato a Le Mans, Marc Marquez arricchisce la sua ricchissima bacheca con il premio come miglior sportivo dell’anno, assegnato dall'associazione “Sport Cultura Barcelona”. Ma il campione del mondo in carica è già focalizzato sul prossimo obiettivo, e sulle difficoltà nel conquistarlo: la vittoria al Mugello. “Faticheremo più che a Le Mans e Jerez, lo dicono le statistiche”: questo il commento del pilota della Honda ai margini della premiazione.

Marquez, numeri non esaltanti al Mugello

In effetti i numeri di Marquez nel GP d’Italia non sono spaventosi come in altri circuiti. Una sola vittoria nel 2014, con pole e giro veloce (oltre ai successi in 125 nel 2010 e in Moto2 nel 2011). Sul podio anche nel 2016: 2° dietro a Jorge Lorenzo in volata. Il Mugello è uno dei 4 circuiti in calendario in cui ha ottenuto solo 2 podi in top-class (con Phillip Island, Red Bull Ring e Silverstone): il suo bottino più esiguo. L’anno scorso cadde mentre era secondo. Anche il 2013 e il 2015 registrano due cadute. È partito dalla pole qui solo nel 2014, e ha ottenuto la sua peggior posizione di partenza in carriera: 13° in griglia nel 2015.

Marquez: "Lorenzo? Se deve improvvisare fa fatica"

Tuttavia, trattandosi di Marc Marquez, anche queste statistiche non esaltanti possono essere ribaltate: “L'anno scorso sono caduto, ma avrei potuto vincere. Se c'è una pista dove dovrò lottare fino all'ultima curva per il successo è proprio il Mugello, ma quest'anno ho una moto decisamente migliore”. Gli avversari se ne sono accorti, e quindi anche in questa tappa Marquez sarà l’uomo da battere. E il suo compagno di team? Proprio al Mugello l’anno scorso Lorenzo ottenne la sua prima vittoria con la Ducati. “Jorge è in grado di andare veloce, ma ha bisogno che tutti dettagli siano a posto – ha detto Marquez -. Ha uno stile di guida molto preciso e se deve improvvisare fa fatica. Non sta andando come sperava, ma potrebbe arrivare al top molto presto, chissà che non ci riesca già al Mugello, un circuito dove va sempre forte”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi