Superbike 2020 a Portimao (Portogallo), Superpole e Gara 1 a Rea: i risultati

SBK
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

©Getty

Pole position e vittoria per Rea, che va in fuga e domina Gara 1 della Superbike a Portimao. Podio per le Yamaha di Razgatlioglu e Van Der Mark, bene Lowes e Rinaldi. Sesto Redding, undicesimo Davies. Cortese in ospedale dopo una caduta all’ultimo giro. Il weekend della Superbike è in diretta su Sky Sport

CORTESE IN OSPEDALE DOPO INCIDENTE - HIGHLIGHTS GARA-1

Dopo il fine settimana in chiaroscuro di Jerez, Jonathan Rea torna a comandare le operazioni nel sabato di Portimao, facendo propria la Superpole e involandosi in fuga per vincere Gara 1. Per il campione del mondo in carica si tratta della novantunesima vittoria in carriera, la decima sul tracciato amico di Portimao. Il successo odierno permette a Rea, mostratosi fin dal venerdì il più consistente in termini di passo gara, di ridurre a otto i punti di distacco in classifica da Scott Redding. 

 

Il secondo posto è andato a Toprak Razgatlioglu, scattato dalla seconda casella della griglia e autore a sua volta di una gara solitaria. Ben diverso il copione per Michael Van Der Mark, che per conquistare il podio ha dovuto faticare e battere la concorrenza di un gruppetto di piloti composto da Alex Lowes, Redding, Loris Baz e nella seconda parte di gara anche da Michael Ruben Rinaldi e Tom Sykes. L’olandese di casa Yamaha è riuscito a rimontare dopo un errore e liberarsi dei suoi rivali, portando la seconda R1 in terza posizione. 

 

Lowes ha ottenuto un buon quarto posto, forse superiore alle aspettative: la scelta di una gomma SCX al posteriore non lo ha penalizzato, consentendogli di essere competitivo anche a fine gara. Rinaldi conferma le ottime cose mostrate in Andalusia piazzandosi quinto davanti a Baz e Redding, in difficoltà nell’ultima parte di gara. Ottavo Tom Sykes, che porta a termine una discreta gara e precede Alvaro Bautista, mentre Eugene Laverty chiude la top-10.

 

Weekend incolore fino a questo momento per Chaz Davies, scattato tredicesimo e undicesimo sotto la bandiera a scacchi. Vanno a punti anche Leon Haslam, Xavi Fores, Garrerr Gerloff e Federico Caricasulo, con Marco Melandri diciassettesimo e Lorenzo Gabellini ventesimo. Paura per Sandro Cortese, finito a terra all’ultimo giro dopo un contatto con Tati Mercado nella discesa verso curva 12. Il tedesco è stato trasportato in ospedale lamentando dolori a petto e schiena, ma fortunatamente ha mantenuto la sensibilità a gambe e braccia.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche