Caricamento in corso...
08 aprile 2017

Bagnaia: "Buon passo". Manzi: "Prove difficili"

print-icon
Francesco Bagnaia sfrutta tutta la pista a Termas de Rio Hondo

Francesco Bagnaia sfrutta tutta la pista a Termas de Rio Hondo

Moto2. Sensazioni contrapposte per i piloti dello Sky Racing Team VR46 al termine delle qualifiche del Gran Premio d'Argentina: Pecco fiducioso, Stefano ha il suo bel daffare per dar vita ad una delle sue proverbiali rimonte

Un turno di qualifiche ufficiali del Gran Premio d'Argentina a Termas de Rio Hondo in chiaroscuro per lo Sky Racing Team VR46. Francesco Bagnaia, a lungo nelle posizioni di vertice, stampa il tredicesimo tempo che vale un posto in quinta fila in qualità di miglior rookie della classe Moto2. Tutt'altra vita per Stefano Manzi, chiamato alla rimonta dalla trentaduesima casella, nonostante diversi sprazzi velocistici espressi nel corso di una giornata caratterizzata da mutevoli condizioni climatiche.

Pecco Bagnaia: "Passi avanti in una giornata non facile"

"Una giornata non facile". Così Francesco Bagnaia sincera le difficoltà vissute oggi da tutti i piloti della Moto2 in Argentina. "Le condizioni della pista erano davvero imprevedibili, difficili da interpretare e anche la scelta tra slick o rain non è stata affatto scontata". Alla fine il 13° crono premia il lavoro compiuto, guadagnandosi il ruolo di "debuttante" di riferimento della categoria. "Nel complesso, ho tenuto un buon ritmo, ho fatto passi in avanti sul setting e con la squadra abbiamo fatto un gran lavoro. Domani proverò le ultime modifiche nel warmup per essere competitivo".

Stefano Manzi: "Non ho trovato il giusto feeling"

In condizioni della pista a tratti miste asciutto-bagnato, comprensibilmente Stefano Manzi ha incontrato più difficoltà del previsto. Trentaduesimo in griglia, il (neo) diciottenne santarcangiolese ha fatto il possibile considerato come non sia ancora al 100 % della forma fisica. "Una sessione difficile", ammette Manzi. "Non avevo mai girato con una Moto2 in queste condizioni e non sono riuscito a trovare il feeling che cercavo per riuscire a ricucire il divario con i più forti. Dobbiamo analizzare i dati e capire che modifiche fare sull’assetto per affrontare la gara al massimo delle nostre possibilità".

Il bilancio di Pablo Nieto

Spetta al Team Manager Pablo Nieto fare un bilancio delle qualifiche vissute dallo Sky Racing Team VR46 Moto2. "Una qualifica molto strana e allo stesso tempo rocambolesca. Le condizioni della pista erano davvero insidiose e difficili da interpretare. Pecco ha fatto un gran lavoro, soprattutto sull'assetto e ha chiuso primo tra i rookie. Stefano ha faticato a tenere il ritmo, rispetto al Qatar è più vicino al gruppo, ma dobbiamo fare un importante step sul setting".

Sky Racing Team VR46

MotoGP 2017, tutti i video

Tutti i siti Sky