22 ottobre 2016

Suzuki SV650, agilità in città e fuori

print-icon

Agile e leggera, la naked giapponese si muove bene sia in un contesto urbano che extraurbano, garantendo buone percorrenze chilometriche grazie all'ottimo rendimento del suo propulsore

La nuova versione della Suzuki SV 650 l'avevamo provata ai tempi del lancio stampa. Ritorniamo a parlarne volentieri dopo averla provata su un arco di tempo più ampio e averla sottoposta ai nostri canonici rilevamenti strumentali per raccontarvela meglio.

Costa poco, magari non avrà una dotazione ciclistica che ingolosisce più di tanto, ma la Suzuki SV 650 ci mette poco a farsi apprezzare e a stupire anche i motociclisti più scettici. Ha un bicilindrico dalla personalità forte e dal carattere sportivo, che si adatta perfettamente all'utilizzo quotidiano, ma che all'occorrenza sa tirare fuori le unghie. Lo stesso fa la ciclistica: minimalista nella dotazione, ma dalle prestazioni sorprendenti.

Con la naked giapponese ci abbiamo convissuto per qualche settimana e le impressioni avute sono state estremamente positive. Agile e leggera, la SV 650 si muove bene sia in città che nell'extraurbano, garantendo buone percorrenze chilometriche grazie all'ottimo rendimento del suo propulsore che offre anche costi di gestione contenuti (questa famiglia di bicilindrici è famosa tra l'altro per la proverbiale affidabilità). Queste caratteristiche però, non impediscono alla media giapponese di mostrare, all'occorrenza, doti di guida e prestazioni da sportiva, quelle che una vera Suzuki deve avere.

I nostri rilevamenti (a cura di Maurizio Tanca) - Suzuki è di parola e il peso dichiarato per la SV 650, con il pieno, equivale a quello che abbiamo verificato sulla bilancia: 197 kg. Vale a dire che in ordine di marcia, e serbatoio vuoto (è da 14,5 litri) la SV 650 pesa 186 kg.

La strumentazione indica la velocità con un po' di ottimismo ma restando all'interno dei limiti di tolleranza imposti: a 50 km/h effettivi corrisponde una velocità indicato sul tachimetro di 54 orari. Che sale a 96 quando si viaggia a 90 km/h effettivi e a 137 indicati quando si va a 130 chilometri orari veri.

Sempre alla velocità di 130 km/h effettivi, e grazie alla buona efficienza termodinamica, il bicilindrico a V della 650 Suzuki percorre 17,2 km/litro. In città il consumo medio è di quasi 20 km/l (per la precisione 19,7), mentre nell'extraurbano abbiamo rilevato un consumo medio di 21,6 km/litro.

La prova al banco - Alla voce prestazioni il motore Suzuki si conferma su valori molto buoni, con una potenza specifica di 120 cavalli/litro. Nella prova al banco, i dati rilevati hanno confermato i valori dichiarati da Suzuki. La potenza misurata alla ruota è stata di 71 cv a 8.650 giri, che diventa 77,5 cv una volta corretta all'albero (quella dichiarata è di 76,5 cv).

La coppia massima, sempre alla ruota, è stata misurata in 6,2 kgm (60,7 Nm) a 8.000, vale a dire 66,6 Nm all'albero (64 Nm è il valore della coppia massima dichiarata). Rispetto a motori concorrenti di pari frazionamento e cilindrata, il bicilindrico Suzuki è quindi potente, mentre concede qualcosa in termini di coppia nei confronti di motori di cilindrata un poco superiore.

Powered by: Moto.it

Tutti i siti Sky