28 ottobre 2016

Kia Cee'd: il test drive della Sportwagon GT

print-icon
kia

Con 1.6 litri di cilindrata, diesel, la vettura scarica a terra 136 cavalli: un piglio racing, anche nel look. A bordo, invece, massima tranquillità e una capacità di carico che passa da un bagagliaio eccezionale al comfort assoluto

Se state pensando di mettere su famiglia e non volete per questo perdere la dose di sportività che è in voi, perché non pensate alla Kia Cee'd Sportwagon? In versione GT Line può rispondere a diverse esigenze: da un lato, la capacità di carico che passa da un bagagliaio eccezionale e il comfort di bordo, dall'altro il look spigliato offerto grazie agli Ice Cube e alla linea filante.

Esterni - Quattro metri e cinquanta di lunghezza, uno e settantotto di larghezza, Kia Cee'd Sportwagon (che da qui in poi chiameremo solo Kia Cee'd) presenta una linea filante e un ingombro non abbondante. Offre, invece, un coefficiente di resistenza aerodinamica molto scarso, grazie alla proiezione verso il basso del cofano e a un design che ammalia anche grazie agli Ice Cube. Si tratta di quattro punti luce, per lato, nel gruppo ottico anteriore, che rappresenta le luci diurne, ovviamente a LED. Per il resto, i gruppi ottici offrono la tecnologia alogena negli abbaglianti e quella xeno negli anabbaglianti. Al centro della carrozzeria, all'anteriore si nota anche il Tiger Nose tipico di Kia, mentre sulle fiancate abbiamo le frecce sugli specchietti, i cerchi bicromatici da 17 pollici, e l'ingresso keyless che facilita non poco salita a bordo e accensione della vettura. Dietro ci sono i doppi scarichi, i gruppi ottici ancora a LED, e un portellone che non è certo pesante da aprire.

Interni - Gli interni di Kia Cee'd sono tutto sommato onesti: la qualità di bordo percepita passa senza disagi il test alla prima occhiata, ed è soprattutto il tetto panoramico a portare luminosità agli interni neri. I sedili sono elettrici, contenitivi ma non scomodi, e riescono a determinare un comfort di bordo vanificato solo in parte dalla rumorosità ad alti regimi. D'altronde abbiamo tra le mani un diesel, ma in generale basta alzare leggermente il tono della voce per superare l'empasse. Davanti il driver ha un piccolo display LCD davanti agli occhi, che si incastona nel tachimetro. Il design del contagiri e quello dell'indicatore del carburante sono invece particolarmente minimali, tanto che il grosso in termini di interesse è portato al centro della plancia dove trionfa il display touchscreen che ospita il sistema infotainment.

Il sistema in questione è già noto a tutti voi, e Kia Cee'd non aggiunge niente se non la doppia presa accendisigari, la porta USB e l'ingresso AUX che sono disposti sotto il climatizzatore bizona automatico che offre tra le altre features due chiavi di potenza quando è proprio la funzione automatica a essere attiva. La trama della plancia è tipica del family feeling Kia, con una alternanza plastiche lucide, plastiche lisce e plastiche ruvide che non convince fino in fondo. Il passeggero ha tanto spazio da gestire oltre a un vano portaoggetti dalle dimensioni generose, e anche dietro rimane molto spazio per gli occupanti, a prescindere dalla stazza di chi siede davanti. Solo a questi ultimi, però, anzi... solo al driver resterà la possibilità di contare sull'accesso facilitato, con il sedile che, allo spegnimento di Kia Cee'd, si sposterà all'indietro quasi a fine slitta (attenzione se avete qualcuno a bordo con voi). Il bagagliaio è una vera chicca, per due motivi: offre una capacità eccezionale che va da 528 a 1642 litri, ed è munito di moltissimi vani, utili per non far correre nel bagagliaio i nostri oggetti più piccoli.

Motori - 1.6 litri di cilindrata, diesel, Kia Cee'd scarica a terra 136 cavalli e una coppia massima di 300 Nm. Nell'uso misto offre, malgrado l'assenza del sistema start and stop, una percorrenza media di 14.7 chilometri per litro di carburante. Gli spazi di arresto sono particolarmente contenuti, e non abbiamo alleggerimenti significativi al posteriore. L'accelerazione ferma il crono da zero a cento a quasi undici secondi, mentre la velocità massima raggiungibile rasenta i 200 orari. Il motore a disposizione su questa Cee'd è particolarmente elastico, ma se cercate la prestazione dovrete accontentarvi della potenza disponibile. A ben vedere, in queste fasi manca qualche cavallo, che avrebbe portato all'interno tutto l'approccio GT Line visti con i particolari sportivi fuori.

Sensazioni di guida - Detto del motore più adatto ad andature tranquille che a spingere fra i tornanti dei circuiti, Kia Cee'd offre sensazioni di guida interessanti. In generale, è da premiare la guida immediata, senza troppi fronzoli, anche se il driver può scegliere, dai tanti (ma razionali) pulsanti inseriti sulle razze di un volante non abbondante la durezza dello sterzo (comfort, normal, sport). A dire la verità, non abbiamo una sensibilità spiccata, così come non l'abbiamo se decidiamo di attivare la modalità Active Eco, che toglie un pizzico di potenza ma che non si fa sentire negativamente. A mancare, forse, è un pulsante sport in grado di tarare la centralina e distribuire diversamente le marce del cambio automatico a doppia frizione. Su quest'ultimo aspetto abbiamo riscontrato voci discordanti: secondo Andrea è molto intelligente e soprattutto in montagna dimostra di adattare la marcia giusta alla nostra andatura; secondo Luca è troppo conservativo, perché tiene i giri molto bassi e non eroga potenza immediata nemmeno quando andiamo a premere l'acceleratore fino al kickdown. Detto questo, ci sono sette marce tra le quali potersi muovere anche 'manualmente', mediante i paddle inseriti da Kia dietro la corona del volante. La tenuta di strada è onesta, e anche la durezza delle sospensioni che forse avremmo voluto un filo più rigide. Il consiglio per godere appieno di questa Cee'd? Salire a bordo e portare tutta la famiglia. Con il tetto panoramico, diventa più che mai una esperienza di gruppo.

Sistemi sicurezza attivi e altri optional - Sentiamo la mancanza del consueto pacchetto sicurezza che è stato inserito su Sorento, ma a livello di optional questa Kia Cee'd non si fa mancare molto altro: fari allo xeno, ma non bixeno come abbiamo anticipato, KIA Media Box con display da 4.3 pollici LCD, navigatore satellitare con telecamera posteriore, e il comodo Techno Pack da 2.500 euro, che comprende, oltre ai fari allo xeno, il freno a mano elettrico, le bocchette di aerazione posteriori, lo specchietto retrovisore interno elettrocromatico, il sedile lato guida con regolazioni elettriche in 10 direzioni, il sensore pioggia e anche il tetto panorama apribile elettricamente.

Target, prezzi e conclusioni - Adatta alle giovani famiglie che abbiano bisogno di ampia capacità di carico, in versione GT Line Kia Cee'd offre anche molto dal punto di vista dell'aggressività del look, diventando graffiante fuori ma restando tutto sommato tranquilla dentro. La versione berlina parte da 17.700 euro, la Sportwagon da 23.150, la versione GT Line da 27.150, che diventano 29.500 euro se aggiungiamo il Techno Pack e anche il cambio automatico a doppia frizione. E' una vettura che compreremmo, perché offre ciò che serve (sistemi di sicurezza attivi a parte) per 'allargare la famiglia'. 

Pregi e difetti - Look, Prezzo, Cambio automatico, non sempre brioso, Potenza: se cercate la velocità, manca qualche cavallo

Powered by: Automoto.it

Tutti i siti Sky