24 novembre 2016

A Milano l'asta record di classiche

print-icon
RM_

Duemila Ruote (foto: RM Auctions official web site)

Si tiene da venerdì a domenica 27 novembre, in occasione del sesto appuntamento di Autoclassica alla fiera di Milano, un'incredibile asta di vetture storiche. Senza il prezzo di riserva, ce n'è per tutti!

La più grande asta d’Europa – “Duemila Ruote”, questa il titolo scelto dalla case d’aste RM. Un vero e proprio evento con un’offerta ricchissima. Oltre 750 lotti, tutti senza riserva! Ci sono 430 auto tra supercar, rally, sport, GT ma anche vetture più comuni, a cui si aggiungono 60 barche, 140 biciclette e ben 150 moto, oltre a memorabilia di vario genere. Vediamo in dettaglio.

Ferrari – Tre pezzi su tutti, di livello altissimo: 275 GTB/6C (carrozzeria alluminio), 365 GTB/4 Daytona con carenatura fari in plexiglass e Ferrari F40. La 275 del 1966 è una delle sette originalmente equipaggiate con carrozzeria leggera, sei carburatori ed albero di trasmissione intubato, che ne fanno una rarità. Se le top tre non fossero abbastanza ecco la 550 Barchetta Pininfarina (2001), la 575 Superamerica (2006) e la 599 GTB Fiorano (2007). In totale le auto di Maranello all’asta saranno una quarantina.

Porsche – Straordinaria la raccolta di Stoccarda. Circa settanta i pezzi in asta tra cui, oltre ad alcune decine (!) di 911, spiccano una 959 in allestimento Komfort (1988) e una Carrera GT (2005). Due autentiche supercar protagoniste assolute delle loro rispettive epoche.

Maserati – A Milano si potrà ammirare (e portarsi a casa) una delle 50 Maserati MC12 stradali prodotte, in condizioni praticamente pari al nuovo. Se questo non fosse sufficiente ci sono un paio di dozzine di altre GT del Tridente.

Lancia – Anche qui non si scherza. Ecco cosa ci aspetta tra i quasi 30 modelli esposti: Delta HF Integrale 16V Gruppo A (1989), Delta HF Integrale Gruppo A ‘Jolly Club’ (1992) in livree corsa Repsol, Fulvia Sport 1.3 Competizione Zagato (1968), Fulvia Coupé HF ‘Ufficiale’ (1966). Non solo rally però, quindi spazio anche alla spettacolare LC2, la Gruppo C del mondiale Endurance dei primi anni ‘90 spinta dal V8 turbo made in Maranello.

Alfa Romeo – Quanto si parla di aste, di livello soprattutto, non può mancare la casa del Portello. Ecco quindi oltre trenta vetture tra cui: Giulia Sprint GTA (1965), 75 Turbo Evoluzione IMSA (1987), 1900 C Sprint Touring (1953), 6C 2500 Sport Touring Coupe (1947).

Non basta? – Ecco allora un Bugatti EB110GT, gioiello italiano del periodo pre-Volkswagen quando la casa rinacque grazie all’iniziativa di Romano Artioli a Campogalliano in provincia di Modena. Ci saranno anche le immancabili inglesi, con Rolls, Jaguar e Aston Martin. Insomma un’asta da record!

Tutti i siti Sky