09 dicembre 2016

MV Brutale Ballistic Trident, senza parole!

print-icon
mv-

Il preparatore taiwanese al lavoro su una MV Brutale 800 RR. Tra i molti interventi risalta la nuova estetica, dominata da un'originale carenatura quasi a campana, che richiama la storia delle corse di MV

Winston Yeh si sta affermando come il più noto preparatore di Taiwan. Alcune sue realizzazione, con il marchio Rough Crafts, sono state mostrate anche all'ultima Eicma. Il suo lavoro più recente è stato presentato alla 25esima edizione del Yokohama Hot Rod Custom Show tenutosi domenica 4 dicembre.

E' la Ballistic Trident, frutto della trasformazione di una MV Agusta Brutale 800 RR del 2015 fornitagli della concessionaria di Taipei. Winston l'ha interpretata a modo suo attingendo alla storia delle competizioni nonostante abbia poi scelto una colorazione nera e oro più legata alla propria storia. La sua MV mescola la modernità con il ricordo delle vecchie carenature a campana, utilizzate anche dalle moto da GP di Cascina Costa quando questa soluzione era ancora ammesse dal regolamento tecnico del motomondiale.

Partiamo dalla carenatura perché è la parte che risalta maggiormente. Conoscendo i problemi legati alla stabilità ad alta velocità, quando ci sono superfici tanto ampie, Winston ha disegnato la sua carenatura limitandosi a coprire parte dell'avantreno e non facendola proseguire fino ad avvolgere motore. Fra l'altro questa semi-campana può essere smontata velocemente, può essere installato il fanale e così la si può guidare su strada. Il serbatoio ha da parte sua due lunghe appendici che vanno a coprire il radiatore per collegarsi idealmente con il grande cupolino in una continuità aerodinamica.

La carenature è stata disegnata al computer, esportata in 3D su un modello in scala uno a uno che è poi servito da stampo. Come materia è stata usata la fibra di carbonio. La strumentazione, di serie poiché integrata al circuito di gestione elettronica della moto, è stata spostata sul dorso del serbatoio, sella e codino sono monoposto e le ruote da 17 di Wukawa Industry sono state scelte appositamente per questo modello. La componentistica vede nomi noti, come la forcella Ohlins FGR 800, il mono TTX sempre Ohlins lo scarico realizzato dalla HP Corse e i freni Beringer. Le pedane arretrate sono di MV Agusta Corse, il manubrio di Bonamici racing, le frecce di Motogadget e la viteria è in titanio.

Powered by: Moto.it

Tutti i siti Sky