12 dicembre 2016

Il rilancio di Alfa passa anche da qui!

print-icon

Alfa Romeo e forze dell’ordine. Il legame è storicamente molto forte, secondo solo a quello della casa milanese con le corse. Oggi il rilancio passa anche da operazioni come questa. La Giulia Veloce Q4 da 280 cv come staffetta ufficiale delle Autorità Istituzionali

Il rilancio di Alfa Romeo, sia in termini di brand sia in termini di volumi di vendita, passa inevitabilmente attraverso la Giulia. Se questa, come sembra, sarà gradita dal mercato allora si avranno delle basi solide su cui costruire il futuro.

La sfida Alfa per ritornare ad essere la vera competitor delle case premium tedesche passa anche attraverso la riscoperta del passato e delle origini del marchio. Nella mente di molti, oggi non piùr agazzini certamente, la casa del Portello è legata alle corse ma anche alle forze dell’ordine. Negli anni ’60 erano le Giulia delle polizia ad inseguire i criminali sulle strade italiane, poi sono venute le Alfetta e quindi le 75, ultimi prodotti Alfa made in Arese.

Oggi Alfa Romeo Giulia Veloce Q4 si veste con la livrea della Polizia Stradale: due esemplari dotati di 2.0 benzina turbo saranno la staffetta ufficiale delle Autorità Istituzionali. Il propulsore delle vetture è in grado di erogare fino a 280 CV di potenza.

La Giulia Veloce, dotata della trazione integrale Q4, ha tra le soluzione di sicurezza il Forward Collision Warning con Autonomous Emergency Brake, il sistema frenante IBS, il Lane Departure Warning e il Cruise Control con limitatore di velocità.

Powered by: Automoto.it

Tutti i siti Sky