02 aprile 2017

SBK 2017, Aragon. Gara2, l'ora di Davies e Ducati

print-icon
ara

L'arrivo di gara2 ad Aragon (foto: official World Superbike web site)

Chaz Davies e la Ducati riescono finalmente ad interrompere il dominio di Jonathan Rea dopo 5 manche consecutive vinte dal nordirlandese della Kawasaki. Melandri ancora sul podio in gara 2 ad Aragon. I risultati del primo GP in Europa della stagione 2017 e la classifica del mondiale Superbike.

Dopo gara 1 di sabato ancora una bellissima sfida tra Chaz Davis (partito decimo) con la Ducati Panigale ed il campione del mondo in carica Jonathan Rea con la Kawasaki ZX-10. Ultimi giri fantastici con un sorpasso e controsorpasso al “cavatappi” di Aragon che da soli valevano il prezzo del biglietto. Alla fine l’ha spuntata il gallese che dopo la caduta di ieri al penultimo giro riesce finalmente ad interrompere il dominio di Rea che veniva da cinque vittorie di manche consecutive.

Il podio è completato da Marco Melandri che torna a casa da Aragon con un secondo (sabato) ed un terzo posto (domenica) che sono certamente incoraggianti. Dopo un anno e mezzo di stop riuscire a stare sempre con i primi non è cosa da poco ed è la condizione necessaria, seppur non ancora sufficiente, per poter arrivare alla vittoria.
Ecco come commenta la gara il pilota italiano: “È stata una grande gara, molto impegnativa perché c’era molto vento, ma la moto ha lavorato molto bene. Non è stato così facile arrivare dalla terza fila, ho faticato di nuovo con l’anteriore. Quando è arrivato Chaz era difficile superarlo; ho potuto avvicinarmi ai piloti davanti, ma mi mancava qualcosa. La moto va davvero bene e abbiamo una buona base, forse dobbiamo lavorare sul set up su misura per me. Ma sono felice di essere di nuovo sul podio”.

Il compagno di Rea, Tom Sykes, certamente debilitato e non al top della forma fisica, ha chiuso quarto mettendosi dietro van der Mark all’ultimo giro. Le Yamaha, sia quella dell’olandese sia quella di Lowes, nella prima parte di gara hanno dimostrato di andare fortissimo. L’inglese all’undicesimo giro ha però commesso un errore ed è uscito di pista mentre era quarto (ha finito tredicesimo).

Fores (Barni Racing Team) ha corso gara 2 malgrado i postumi delle fiamme che avevano avvolto la sua Ducati sabato. Ottima performance la sua premiata dal sesto posto, davanti a Jordi Torres (Althea BMW Racing Team). A chiudere la top ten le Aprilia di un bravissimo Mercado (IODARacing) e Laverty quindi Camier con la MV Agusta.

Da segnalare che Hayden con la Honda CBR 1000 si è dovuto ritirare per problemi meccanici, mentre De Angelis (Kawasaki Pedercini) è caduto al 15esimo giro.

Tutti i siti Sky