24 maggio 2017

Indy 500 e mondiale F1, ecco chi ha fatto la "doppietta"

print-icon
Alo

Fernando Alonso - Indycar Series e Andretti Autosport - Foto: Twitter McLaren Honda Andretti

Domenica 28/5 in diretta su Sky Sport3 dalle ore 18.00 la romantica sfida di Fernando Alonso all'Indianapolis Motor Speedway. Andiamo alla scoperta dei grandi nomi che hanno conquistato sia il campionato del mondo di Formula 1 sia la 500 miglia di Indianapolis 

Dopo due gara chiuse con un doppio ritiro, nel mese di aprile Fernando Alonso ha comunicato la volontà, concordata con il team McLaren, di partecipare alla 500 miglia di Indianapolis al volante di una Dallara del Team Andretti spinta da un motore Honda. Una scelta che ha destato non poco stupore all’interno del Paddock e che vedrà lo spagnolo saltare il prestigioso GP di Monaco. Una decisione quasi anacronistica, certamente non inusuale perché ci sono cinque piloti del passato che si sono laureati campioni del mondo in F1 vincendo anche la Indy 500.

Jim Clark

Lo straordinario scozzese, vero fenomeno della F1 anni ’60, decide di misurarsi anche con la 500 miglia presentandosi ad Indy con il supporto del team Lotus. Esattamente come Alonso rinuncia al Gran Premio di Monaco, per poi vincere nel catino dell’Indiana nel ‘65. Clark, prima di perire in Formula 2 ad Hockenheim nel 1968, vince due volte il mondiale F1 (1963 e 1965) sempre al volante della Lotus. Tuttora resta l’unico pilota ad aver centrato entrambi gli obiettivi nello stesso anno.

Graham Hill

Ad ognuno i suoi record, e Graham Hill le cose le ha fatte davvero per bene. Due titoli iridati in F1 (1962 Vanwall – 1968 Lotus), l’unico ad aver conquistato la Triple Crown: ovvero GP di Monaco (o il campionato del mondo di Formula 1), la 24 0re di Le Mans e la 500 miglia di Indianapolis (nel 1966). Alonso sogna di poterlo uguagliare e lo ha messo nel mirino, con l’idea di condividere insieme al pilota inglese questo speciale primato. Per ora, nessuno come Graham.

Mario Andretti

La leggenda istriana (nato a Montona oggi Croazia ma prima della seconda guerra mondiale territorio italiano) fa esattamente il contrario di Clark ed Hill: prima la Indy e poi la Formula 1. Nel catino dell’Indiana Mario Andretti trionfa nel 1969. In pianta stabile nel mondiale F1 dall’inizio degli anni ’70, conquista uno storico titolo nel 1978 al volante della bellissima Lotus John Player Special.

Emerson Fittipaldi

È l’uomo delle doppiette, uno che ha fatto davvero fatica a dire basta. Due titoli in F1 (1972 e 1974) prima con la Lotus poi con la McLaren in poco piu’ di dieci stagioni nel Circus (dal quale se ne va nel 1980). Scelta azzeccata quella di ritornare alle corse in America, visti i risultati alla 500 miglia con due vittorie a distanza di quattro anni: la prima nel 1989, la seconda nel 1993.

Jacques Villeneuve

Il canadese è stato vicinissimo ad eguagliare la Triple Crown di Graham Hill. Nel 1998 a Le Mans arriva secondo con la Peugeot, ad un passo dal chiudere il cerchio magico del pilota inglese degli anni ‘60. Aveva già messo in fila Indy e mondiale F1, rispettivamente nel ’95 e ’97. Un titolo iridato conquistato contro Michael Schumacher nella storica gara di Jerez de la Frontera.

Tutte le foto: Official Indycar Series web site

Tutti i siti Sky