07 novembre 2017

EICMA 2017: tutto sulla nuova Ducati Panigale V4

print-icon

La Ducati porta al salone di Milano tre versioni: Panigale V4, V4S e la V4 Speciale. Scopriamo insieme quali sono le caratteristiche tecniche principali

Sono tre le versioni della nuovissima V4 che la casa di Borgo Panigale porta ad EICMA 2017: Panigale V4, V4s e V4 Speciale, caratterizzate dallo stesso pacchetto in termini di motore ma con ciclistica ed elettronica via via più sofisticate.
La Panigale V4 è la prima pluricilindrica prodotta dalla Casa di Borgo Panigale e si affianca alla dinastica della bicilindriche. Il motore è un 4 cilindri a V di 90° denominato “Desmosedici Stradale”, sviluppato con Ducati Corse grazie alle esperienze maturate in MotoGP.

Il motore

Il propulsore propone uno schema V4 di 90°, ruotato all’indietro di 42° in stile MotoGP per migliorare la distribuzione dei pesi e far posto a radiatori più grossi. La versione standard  sprigiona 214 CV a 13.000 giri, con possibilità di allungo oltre i 14.000. La versione Speciale è caratterizzata dallo scarico Akrapovic in titanio e centralina dedicata che portano la potenza a 224 CV. Il motore, con funzione strutturale, pesa circa 64 Kg ed ha una cilindrata di 1.103cc, ottenuta grazie all’alesaggio di 81 millimetri, uguale al limite imposto in MotoGP.
Il semicarter superiore integra le canne dei cilindri in cui trovano posto pistoni stampati in alluminio, il rapporto di compressione è di 1:41. L’albero motore, controrotante, con perni di biella sfalsati di 70 gradi, anche qui come avviene in MotoGP (la fasatura d’accensione irregolare Twin Pulse).
Per la prima volta Ducati per l’alimentazione si serve di cornetti di aspirazione ad altezza variabile, controllati da un sistema ride-by-wire. La distribuzione è caratterizzata da un comando desmodromico con valvole da 34 mm di diametro all’aspirazione e 27,5 allo scarico. L’airbox è situato all’interno della V. Gli intervalli di manutenzione, anche con prestazioni elevate, restano invariati: i tagliandi vanno fatti ogni 12.000 Km o entro i 12 mesi.

Telaio e ciclistica

La carenatura e le sovrastrutture sono esteticamente simili a quelle della V2 ma ci sono importanti soluzioni tecniche come il telaio front frame che pesa solo 4 kg ed è una grande evoluzione rispetto alla vecchia monoscocca. Il serbatoio in alluminio da 16 litri è posizionato sotto la sella del pilota, mentre il telaio reggisella sembra più vicino all’unità precedente.
Le sospensioni della Panigale V4 base si basano sull’accoppiata Showa BPF da 43 millimetri con mono-ammortizzatore Sachs.
Le Paginale V4 S e V4 Speciale montano invece una forcella Ohlins NIX-30 e un mono-ammortizzatore posteriore Ohlins TTX 36, gestiti entrambi dal sistema di controllo elettronico.
Altre differenze le troviamo nei cerchi: la Panigale V4 si presenta cerchi fusi in alluminio, le due versioni più sportive invece si affidano ad unità forgiate. Gli  pneumatici sono dei Pirelli Diablo Supercorsa SP con un anteriore tradizionale ed un nuovo posteriore 200/60 ZR 17, molto  simile alla slick della Superbike.
Anche l’impianto frenante presenta novità interessanti: l’avantreno della Panigale V4 possiede una nuova pinza Brembo con un peso ridotto di 70 grammi (per pinza). I dischi sono da 330mm, mentre al posteriore vi è l’unità singola da 245mm. Il tutto è gestito dall’ABS Cornering Bosh EVO.

L’elettronica

La Panigale V4 è dotata di piattaforma inerziale a sei assi, che lavora con la centralina per fornire al pilota una serie di sistemi di assistenza che comprendono ABS, controllo di trazione, anti-pattinamento, anti-impennamento, il launch control, il quick-shifter sia in scalata che in innesto... Tutti questi sistemi possono essere abbinati e personalizzati in funzione dei tre diversi Riding Mode (Race , Sport, Street).
E’ presente inoltre un nuovo cruscotto TFT a colori da 5’’, con layout differenti. Troviamo poi il sistema di cronometraggio automatico DLT GPS, di serie sulla Panigale V4 e inseribile sulle altre due versioni, lo stesso per il Ducati Data Analyser con il GPS. E’ di serie su tutti i modelli il Ducati Multimedia System.

I Prezzi

La ducati Panigale V4 costerà 22.590 €, il prezzo per la versione V4S sarà di 27.890 €, mentre la Panigale V4 Speciale sarà venduta a 39.900 €.

Powered by moto.it

I PIU' VISTI DI OGGI