12 novembre 2017

EICMA 2017, ecco la Ducati Scrambler 1100: elegante e muscolosa

print-icon

Al Salone di Milano arriva la top di gamma della Scrambler, più elegante e muscolosa, con un motore due valvole tutto coppia. Scopriamola insieme

Ducati ripropone ad EICMA 2017 la gamma Scrambler e lo fa in grande stile con un 1100 che monta il motore Desmodue Euro4 proveniente dalla Monster, rivisto e ricontestualizzato per il modello Scrambler. La ciclistica è abbastanza semplice ma funzionale al tipo di moto. E’ presente anche il controllo di trazione con piattaforma inerziale.
Il nuovo modello arriverà sul mercato in tre versioni: la Scrambler 1100 base, la versione Special (ruote a raggi neri, scarichi cromati, sella marrone, manubrio basso e forcellone spazzolato) e infine la Scrambler 1100 Sport, con sospensioni Ohlins, cerchi in alluminio, sella con rivestimenti personalizzabili e manubrio a sezione variabile.

Com’è fatta

La Scrambler 1100 è più “pompata” della 800, monta sospensioni più performanti con all’anteriore una Marzocchi a steli rovesciati regolabile da 45mm e un mono ammortizzatore Kayaba al posteriore (la Sport invece monta una Ohlins da 48mm con mono ammortizzatore). Per quanto riguarda l’impianto frenante, all’avantreno è stato montato un doppio disco da 320mm.

Motore ed elettronica

La nuova Scrambler adotta la piattaforma inerziale con l’ABS Cornering, il controllo di trazione DTC e tre diversi tipi di Riding Mode (Active, Journey e City). Il motore è il bicilindrico Desmodue Euro 4, raffreddato ad aria, derivato dalla Monster. E’ alimentato da un singolo corpo farfallato da 55mm con due iniettori, con accensione a doppia candela. La potenza massima e’ di 86 cv a 7.500 giri (che vengono ridotti a 75 nel Riding Mode City) e la coppia di ben 88 Nm con una curva molto regolare.

I Prezzi

Per portarsi a casa la Scrambler bisognerà sborsare 12.990 euro per la versione base, 14.290 per la Special e 14.990 per la Sport.

Powered by moto.it

I PIU' VISTI DI OGGI