Porsche Carrera Cup Italia



Porsche, DNA da corsa

di Guido Schittone

Con la GT3 ho gareggiato, per onestà d’informazione sarebbe più corretto scrivere che ho provato a evitare brutte figure, e probabilmente la Porsche Carrera Cup faceva parte del mio destino già all’epoca. Erano altri tempi, il 2001, un’altra 911, la GT3 Cup 996, e un campionato diverso, il mondiale Supercup, ma l’essenza resta la stessa di allora e di sempre.

Perché Porsche, intesa come Casa automobilistica, è un mondo a parte, ha specificità non omologabili, una coerenza storica nel motorsport senza eguali. Le corse sono il suo dna e la Carrera Cup non è altro che la logica conseguenza del vivere e del competere secondo lo stile Porsche. Per farla breve, gareggiare in una delle tante Carrera Cup che si disputano in ogni angolo del globo è una scelta, mai una soluzione di comodo o una costrizione per dare senso a una carriera.

In Italia la Porsche Carrera Cup è arrivata nel 2007: nelle sue dodici edizioni ha offerto spettacolo, lanciato nel professionismo alcuni tra i giovani più interessanti del panorama automobilistico non dimenticando però di far divertire anche i tanti gentlemen dal piede pesante che domandano a vettura e campionato emozioni, gioia di correre offrendo in cambio tanto impegno per cercare di avvicinarsi alle prestazioni dei professionisti. Perché nella serie monomarca più competitiva d’Italia non c’è davvero un attimo per respirare né per chi pilota né per chi assiste: continui scambi di posizione, staccate ruota contro ruota e portiera contro portiera, manovre dure ma mai oltre l’etica e la correttezza sportiva- sul rispetto delle quali Porsche non transige- sono le costanti delle due corse da 28’+ un giro di cui si compongono i week end del campionato.

Dal 2007 a oggi il nome dei dodici vincitori della Carrera Cup Italia è stato spesso deciso all’ultimo giro della corsa conclusiva dell’anno. Il livello qualitativo della serie tricolore è infatti tra i più elevati al mondo: non è un caso se Matteo Cairoli, campione del 2014, sia ora uno dei piloti ufficiali di Porsche o se Alessandro Balzan, recordman con tre vittorie nel 2009, 2010,2011, abbia dominato i campionati statunitensi Imsa o Mattia Drudi, secondo nell’edizione 2016, da quest’anno sia entrato nel ristretto novero dei piloti ufficiali di Audi senza dimenticare Marco Mapelli, protagonista nel 2011, attualmente una delle punte di diamante della Lamborghini. Sono quattro esempi tra gli innumerevoli che si potrebbero citare.

Per guidare la GT3 Cup modello 991 ci vogliono doti speciali. Il suo propulsore, ormai  posteriore a tutti gli effetti e non a sbalzo come quello delle prime 911, è il classico sei cilindri boxer portato a 3996cc con una potenza superiore ai 485cv. Il cambio elettroattuato con paddle al volante e il sistema ABS, introdotto proprio dagli organizzatori italiani per la prima volta al mondo nel 2017, permettono staccate al limite e percorrenze rapidissime in curva. Così anche i decimi di distacco si trasformano in clessidre per chi compie impercettibili sbagli. In Carrera Cup per andare forte è necessario abbinare tecnica, pulizia di guida alla decisione perché ogni titubanza è bandita e si sa, pur essendosi ingentilita rispetto al passato, la GT3 Cup è auto da competizione a tutti gli effetti e lascia ben poco margine per rimediare agli errori. Il 6 e 7 aprile, a Monza, Porsche Carrera Cup Italia inizierà la tredicesima stagione. Al via ci sarà come sempre una bella commistione tra piloti giovanissimi-molti dei quali selezionati da Porsche per lo Scholarship Programme- solidi professionisti e i gentlemen.  E un motivo in più per seguirla: le telecamere di Sky, la casa dei motori dove lo spettacolo di Porsche Carrera Cup Italia non poteva mancare.

Porsche Carrera Cup Italia 2019

Il 2019 è il tredicesimo anno di attività del prestigioso campionato monomarca Porsche Carrera Cup Italia. Protagoniste del campionato le Porsche 911 GT3 Cup, che con le loro elevate prestazioni si sfideranno nei migliori circuiti nazionali.

Porsche Carrera Cup Italia si inserisce in un contesto internazionale, parte di un campionato grande ed unico che vanta la sua presenza in 5 continenti con ben 20 campionati monomarca Carrera Cup.

La nuova stagione prende il via a Imola il 26 marzo con la consueta giornata di test ufficiali e poi a Monza, il 5-7 aprile, con la prima gara, per concludersi sempre sul circuito brianzolo il 20 ottobre, dopo aver fatto tappa a Imola, Mugello, Vallelunga e due volte a Misano.

I piloti si confronteranno in 14 round, divisi in 7 weekend.




RACE!

7 puntate, 1 solo vincitore

Il talent show con Alessandro Borghese vede 12 giovani piloti sfidarsi in varie prove di abilità per contendersi l’opportunità unica di vivere da protagonista la prossima stagione di Porsche Carrera Cup Italia.

Al fianco di Alessandro Borghese nella conduzione dei 7 episodi due giudici d’eccezione: Matteo Bobbi e Federica Masolin, che valuteranno i ragazzi non solo per le loro abilità in pista, ma anche per l’attitudine, la capacità di concentrazione e l’approccio alla competizione.

Dopo la decisiva prova finale, sarà eletto il vincitore: il nuovo Pilota Q8 Hi Perform che parteciperà alla Porsche Carrera Cup Italia 2020 a bordo dell’auto ufficiale Q8 Hi Perform.

A partire da questa stagione della Porsche Carrera Cup Italia, infatti, Q8 Hi Perform schiererà una 911 GT3 Cup ufficiale con una livrea esclusiva.

Se per il 2019 il pilota ufficiale prescelto è Diego Bertonelli, ventunenne pilota toscano classificatosi terzo nel 2018 e protagonista tra i giovani talenti under 24 dello Scholarship Programme di Porsche Italia, il pilota 2020 sarà selezionato proprio tramite “RACE!”.

    Tutti gli episodi di RACE!

    Episodio 1

    La ricerca del pilota ufficiale Q8 Hi Perform per la stagione 2020 della Porsche Carrera Cup Italia è cominciata. Per i 12 candidati scelti è il momento di incontrare i due giudici: Alessandro Borghese chef di professione e pilota per passione e Matteo Bobbi, ex pilota due volte campione del Mondo GT e commentatore Sky. Dopo un durissimo colloquio, in cui i candidati dovranno dimostrare tutta la loro esperienza e determinazione, solo 10 accederanno alla fase successiva delle prove.

    Il dietro le quinte della prima puntata

    La puntata

    Episodio 2

    La ricerca del pilota ufficiale Q8 Hi Perform per la stagione 2020 della Porsche Carrera Cup Italia prosegue. Alessandro Borghese accoglie i 10 candidati che hanno superato la fase dei colloqui e li affida a Matteo Bobbi per le prove pratiche. In questa puntata i candidati si sfideranno al simulatore di guida. Solo 9 di loro passeranno alla prova successiva.

    Il dietro le quinte della seconda puntata

    La puntata

    Episodio 3

    La ricerca del pilota ufficiale Q8 Hi Perform per la stagione 2020 della Porsche Carrera Cup continua. I 9 candidati che hanno superato la prova del simulatore vengono guidati da Matteo Bobbi sulla pista dei Go Kart. Solo 7 di loro supereranno questa prova e accederanno alle fasi finali in pista dove li attendono Matteo Bobbi e Federica Masolin.

    Il dietro le quinte della terza puntata

    La Puntata

    Episodio 4

    La ricerca del pilota ufficiale Q8 Hi Perform per la stagione 2020 della Porsche Carrera Cup Italia continua. I 7 candidati che hanno superato la prova dei kart arrivano al centro guida sicura di Vallelunga, dove Matteo Bobbi e Federica Masolin li attendono per la prova del kick plate.

    Il dietro le quinte della quarta puntata

    La Puntata

    Episodio 5

    La ricerca del pilota ufficiale Q8 Hi Perform per la stagione 2020 della Porsche Carrera Cup continua. I 5 candidati che hanno superato la prova del kick plate proseguono le prove assistiti da Matteo Bobbi e Federica Masolin. In questa puntata affronteranno la prova dello stearing pad.

    Il backstage della quinta puntata