Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
20 novembre 2016

Charlotte, Belinelli super ma vince New Orleans

print-icon
bel

Buona prova di Marco Belinelli con gli Hornets, ma sul parquet di New Orleans arriva la sconfitta per 121 a 116 (Foto Getty)

Gli Hornets e l'azzurro avanti per buona parte del match sul campo dei Pelicans, poi trascinati al successo per 121 a 116 da Davis, Galloway e Holiday. Vincono Rockets e Clippers

Nella notte Nba gli Hornets di Marco Belinelli perdono all'ovetime sul parquet di New Orleans per 121 a 116, dopo essere stati avanti per buona parte della gara. Protagonista, tra le fila di Charlotte, è stato proprio il Beli, che a inizio ultimo quarto ha infilato due triple consecutive, facendo volare i suoi sul +10 e dando speranze agli Hornets di poter conquistare la terza vittoria di fila. Sono 22 i punti alla sirena per l'azzurro, con un fantastico 7 su 9 dalla lunga distanza, ma a prendersi i riflettori nel finale è stato Anthony Davis: 38 punti e 16 rimbalzi alla sirena per lui; quota 23 Galloway; 22 Holiday; numeri grazie ai quali i Pelicans hanno messo a segno la seconda vittoria di fila, la quarta di stagione. Charlotte resta comunque quarta a Est, grazie alla scofitta di Chicago a Los Angeles.

Houston conquista la quarta vittoria casalinga di stagione, battendo Utah per 111 a 102. Gara a senso unico, con i Rockets sempre in doppia cifra di vantaggio, fatto salvo il primo quarto, in cui i Jazz si sono tenuti in scia: il che non ha impedito a James Harden di mettere a segno, nei primi 12 minuti di gioco, già 15 punti: lui a brillare nel referto a fine gara, con un bottino di 31, condito da 10 assist, compreso un alley-oop pazzesco servito a Clint Capela da metà capo nell'ultimo quarto. Il centro svizzero mette a referto 20 punti, con tanto di complimenti da parte di coach Mike d'Antoni; altrettanti ne porta dalla panchina Eric Gordon, in quello che è l'ottavo successo per la squadra texana.

I Clippers restano tenacemente in vetta alla classifica della Western Conference, e dell'intera Nba, grazie al successo in rimonta per 102 a 95 sui Chicago Bulls. Los Angeles è stata sotto per tre quarti di gara, scivolando a -19 nel secondo quarto, ma riuscendo a riportarsi in scia, sul -5 già all'intervallo. A metà dell'ultima frazione è arrivato il sorpasso, non senza l'aiuto di un Maurice Speights, che lì ha messo a referto 11 dei suoi 16 punti di serata. Quota 26, con 13 rimbalzi, per Blake Griffin; 19 per Chris Paul. Dall'altra parte non sono bastati i 28 di Wade e i 22 di Butler. Per Chicago si chiude una striscia di quattro successi consecutivi, mentre i Clippers salgono a quota 12 successi in stagione.

Video

Tutti i siti Sky