Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
26 dicembre 2016

NBA, Va ai Lakers il derby di Natale

print-icon

I Lakers battono i Clippers orfani di Chris Paul e Blake Griffin per 111-102. Alla sirena sono sette i giocatori in doppia cifra per i gialloviola, mentre dall'altra parte non bastano i 22 punti di J.J. Redick e di Jamal Crawford in uscita dalla panchina 

Gli L.A. Clippers arrivati a ranghi ridottissimi al derby di Natale contro i Lakers, perdono a sorpresa la sfida contro i gialloviola, bravi a mettere il naso avanti dopo essere stati sotto per tutto il primo tempo e a chiudere il match senza regalare ai cugini un singolo vantaggio in tutta la seconda metà di gara. In casa Lakers tutto il quintetto va in doppia cifra, ritrovando quella brillantezza di inizio stagione che sembrava essersi persa per strada nelle ultime settimane. Discorso opposto per i Clippers, sconfitti ancora da una squadra con record di vittorie ben al di sotto del 50%, anche a causa della versione inedita del quintetto con cui sono dovuti scendere in campo a causa degli infortuni.

CP3 ai box - Il grande assente di giornata infatti (considerando Blake Griffin ormai lungodegente e fuori per almeno altre tre settimane) è Chris Paul, seduto in panchina per la seconda gara consecutiva dopo il problema alla gamba sinistro subito nel match vinto dai Clippers contro San Antonio. Un retrofront dopo le dichiarazione nel prepartita di coach Rivers: “Ha fatto tanti test , uno contro uno e un ottimo allenamento: giocherà al 100%”, aveva commentato l’ex allenatore dei Celtics a pochi minuti dalla palla a due. Sceso in campo nel riscaldamento però, Paul non se l’è sentita di giocare dopo che il fastidio era tornato a non dargli tregua. Al suo posto in quintetto Raymond Felton, che ha chiuso il match con 8 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, assieme a Paul Pierce, alla quarta gara consecutiva in campo al posto di Blake Griffin, e ai soliti Luc Mbah a Moute, DeAndre Jordan e J.J. Redick, il migliore con i suoi 22 punti in 26 minuti di utilizzo.

Rimonta Lakers – La squadra di Luke Walton però viene da un momento difficile, reduce da 12 sconfitte nelle ultime 13 gare giocate e non riesce ad approfittare a inizio partita delle difficoltà dei Clippers, andando sotto anche di nove punti e ritornando definitivamente nel match soltanto a ridosso dell’intervallo lungo. A quel punto, la svolta: i Lakers piazzano un parziale da 11-0 in apertura di secondo tempo e non si voltano più indietro. Alla fine sono ben sette i giocatori in doppia cifra, massimo in stagione, guidati dai 19 di Timofey Mozgov e Nick Young. Quando D’Angelo Russell segna i due punti del +13 a due minuti e mezzo dalla fine, i buoi sono definitivamente scappati dalla stalla per i Clippers, che perdono così la seconda partita consecutiva dopo il ko casalingo contro i Dallas Mavericks. Una battuta d’arresto che non permette ai ragazzi di Doc Rivers di agganciare Houston al terzo posto della Western Conference.

Video

Tutti i siti Sky