Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
25 gennaio 2017

NBA, gli Spurs senza Leonard vincono a Toronto

print-icon

Finisce 106-108 in favore di San Antonio la sfida più attesa della notte. Senza DeRozan da una parte e Kawhi Leonard dall'altra, ci hanno pensato LaMarcus Aldridge e gli altri a conquistare il quinto successo consecutivo per i texani

Le stelle più luminose non c’erano, ma lo spettacolo è stato lo stesso di altissimo livello all’Air Canada Center. Senza DeMar DeRozan da una parte e Kawhi Leonard dall’altra, i due titolari al prossimo All-Star Game di New Orleans, Raptors e Spurs hanno dato vita a una piacevole battaglia vinta (neanche a dirlo) dai texani in volata. Un ko che va a sommarsi ai tre precedenti per i canadesi, non in grado di approfittare della flessione dei Cavaliers claudicanti di questo periodo e scivolati a una sola partita e mezza di distanza dai Boston Celtics. Nulla di preoccupante in vista del posizionamento playoff, ma una spia accesa sulla capacità di performare sul medio/lungo periodo di una squadra che gioca un basket in controtendenza rispetto alle altre squadre di vertice.

La partita – Non ci sarà DeRozan, ma i Raptors possono godersi almeno Kyle Lowry, che prova subito a scuotere i suoi segnando 18 dei 30 punti di serata nel primo tempo. A farla da padrone però nelle prime due frazioni sono gli ospiti, che veleggiano oltre la doppia cifra di vantaggio per tutto il secondo quarto. Al rientro in campo delle due squadre è l’ex di giornata Cory Joseph a riportare Toronto in vantaggio, realizzando otto dei suoi dieci punti nel terzo quarto. Il canestro del sorpasso lo firma dalla lunga distanza Terrence Ross, in una serata in cui i Raptors segnano soltanto sei canestri da tre di squadra. Nel finale in volata ci pensano LaMarcus Aldridge (che ne mette 21 con 7 rimbalzi nonostante il 6/14 al tiro) e soprattutto il sorprendente Dejounte Murray a mettere in cassaforte il successo degli Spurs. Il rookie dei nero argento sta dimostrando di meritare sempre più la fiducia risposta in lui da Gregg Popovich, in una gara chiusa con 11 punti in cui ha giocato minuti importanti nel combattuto finale di gara.

Striscia vincente -  I Raptors sulla sirena avrebbero anche l’opportunità di pareggiare o addirittura vincere il match dopo l’errore dalla lunetta di Aldridge (non la prima volta che accade in questa regular season), ma Norman Powell, in quintetto al posto di DeRozan, cerca più il fallo che il canestro e non riesce a ottenere nessuno dei due. Per San Antonio è il quinto successo consecutivo, sempre più seconda forza solitaria della Western Conference ed ottava squadra nella storia NBA a vincere 20 delle prime 24 gare giocate in trasferta. Lo scorso anno il fortino era l'AT&T Center, quest'anno arrivano anche i successi lontano da casa. Passano gli anni e i giocatori, ma gli Spurs non perdono mai il vizio della vittoria.

Video

Tutti i siti Sky