Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
25 febbraio 2017

NBA: Bulls, no al numero 1 a Morrow: "È di Rose!"

print-icon
Ros

Anthony Morrow, alla sua prima partita con i Bulls, ha indossato in panchina (senza scendere in campo) la maglia numero 1. Tanto è bastato per far infuriare i tifosi di Chicago, che legano il destino di quella divisa a Derrick Rose

Non toccate la maglia numero 1 ai tifosi dei Chicago Bulls, verrebbe da dire visto quanto successo nelle ultime ore a Anthony Morrow, non il primo in questa stagione che ha provato ad appropriarsi della maglia vestita fino alla passata regular season da Derrick Rose. L’ex giocatore dei Thunder, arrivato in Illinois all’interno della trade che ha portato Doug McDermott e Taj Gibson dall'Oklahoma, ha vestito durante il match vinto all’overtime contro i Phoenix Suns la divisa con il numero 1, senza però scendere in campo. Una scelta che ha scatenato l’ira dei tifosi e la discussione tra i media locali che hanno come al solito invaso lo spogliatoio dei Bulls a fine gara. Una reazione inaspettata a detta dello stesso Morrow, il quale evidentemente non ricordava quanto accaduto lo scorso ottobre a Michael Carter-Williams, costretto poi a far virare la sua scelta su un assonante (almeno in quanto a forma) numero 7.

"Chiedo scusa" - Dwyane Wade è stato il primo a prendere le difese del nuovo compagno davanti ai microfoni dei giornalisti, sottolineando come stia alla società decide quali numeri debbano o meno indossare i giocatori che scendono in campo. Morrow però, nel frattempo, sembra aver già deciso, come comunicato via Twitter in 140 caratteri conclusi con le scuse nei confronti dei tifosi dei Bulls. Il ricordo di Derrick Rose è ancora molto vivo nei tifosi di Chicago, che spesso si sono schierati dalla sua parte anche andando contro la dirigenza. L’addio direzione New York poi non ha di certo cambiato le cose, in un pubblico che spera di tornare presto a sognare come fatto negli scorsi anni anche grazie all'MVP del 2011. Lo sa bene anche il nuovo acquisto, visto quanto twittato poco dopo: "Provvederò a cambiare il numero il prima possibile. Ho sempre rispettato Derrick Rose e tutto quello che lui ha significato per la città di Chicago. Chiedo ancora scusa a tutti i fan". Morrow quindi non sa ancora quale numero vestirà nella prossima importante sfida contro Cleveland: di certo adesso potrà andare per esclusione.  

Video

Tutti i siti Sky