Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
01 marzo 2017

NBA, vittorie per Gallinari (22) e Belinelli (11)

print-icon

Con Jokic in tripla doppia, Gallinari chiude come miglior marcatore dell'incontro e trascina Denver alla vittoria sul parquet dei Bulls. Raro successo esterno anche per Charlotte, che con 11 punti di Marco Belinelli e 30 di Kemba Walker passa in casa dei Lakers

Chicago Bulls-Denver Nuggets 107-125 – A Chicago, lo ha fatto notare nel dopo partita lo stesso Nikola Jokic, trova casa la più grande comunità serba d’America (“forse la più numerosa fuori da Belgrado”) e la nuova star dei Denver Nuggets ha scelto di onorare nel migliore dei modi la loro presenza allo United Center. Jokic ha chiuso la gara contro i Bulls facendo registrare la sua terza tripla doppia della sua carriera, tutte nelle ultime 12 gare, mettendo a segno 19 punti, 16 rimbalzi e 10 assist. La prestazione del serbo ha fatto la differenza in una gara che ha visto i padroni di casa chiudere il primo tempo avanti di tre punti (59-56) prima di venire travolti nella seconda frazione, chiusa dai Nuggets con un parziale di 69-48 che li ha visti toccare anche un vantaggio di 21 punti (110-89). Inutili per i Bulls i 19 punti a testa di Rajon Rondo e Dwyane Wade, soprattutto alla luce della brutta serata di Jimmy Butler, tenuto a soli 8 punti con 3/13 al tiro. 

Ottimo Gallinari – Parte del merito – lo ha apertamente riconosciuto coach Michael Malone nel dopo partita – va ascritto ai due giocatori che si sono occupati della star dei Bulls, Wilson Chandler e Danilo Gallinari: “Non l’hanno mai fatto entrare in ritmo”. All’ottima prestazione difensiva entrambi hanno abbinato una buonissima gara offensiva, con Chandler autore di 20 punti e l’azzurro capace di fare ancora meglio, e chiudere con 22 (miglior marcatore della gara) frutto di un ottimo 7/10 dal campo con 3/4 dall’arco e 5/6 dalla lunetta. “Nel primo tempo gli abbiamo concesso molte seconde opportunità sotto il nostro canestro, ma sapevamo che cambiando registro nel secondo tempo avremmo avuto una chance di vincere”, le parole di Gallinari, a commento di una seconda frazione di gioco in cui i Nuggets hanno concesso ai Bulls un solo rimbalzo offensivo in 24 minuti, e zero punti da seconde chance. 

Los Angeles Lakers-Charlotte Hornets 104-109 – Charlotte si presenta allo Staples Center avendo vinto solo due volte nelle ultime 15 uscite, ma i Lakers sono, non da oggi, avversario gradito: si allunga infatti a 5 la striscia di successi degli Hornets sui gialloviola, questa volta grazie soprattutto ai 30 punti (di cui 11 nel quarto quarto) di Kemba Walker e ai 24 con 12 rimbalzi di Frank Kaminski. I Lakers – al quinto ko di fila, il sedicesimo nelle ultime venti gare – hanno avuto un indomabile Julius Randle, autore di 23 punti, 18 rimbalzi e 6 assist, e con due triple nell’ultimo minuto di D’Angelo Russell (23 per lui, di cui 15 nel primo tempo) hanno cercato di fare di tutto per evitare la 42^ sconfitta stagionale. Non ci sono però riusciti, condannando così la franchigia losangelena alla quarta stagione perdente consecutiva, evenienza occorsa l’ultima volta nel 1961. 

Belinelli prezioso – In campo per 22 minuti, Marco Belinelli ha dato il suo prezioso contributo alla tanto agognata vittoria di Charlotte, terminando la gara con il miglior plus/minus di tutta la gara (+20), frutto di una prestazione da 11 punti e 5 assist, con 4/9 al tiro e 2/5 dall’arco, che lo ha visto buon protagonista anche nel quarto quarto, quando la gara si è decisa. 

Le parole di Belinelli nel post-partita [intervista di Zeno Pisani, video di Sheyla Ornelas]

Video

Tutti i siti Sky