Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
02 giugno 2017

NBA Finals, LeBron: "Cosa mi ha colpito degli Warriors? Kevin Durant"

print-icon

Tyronn Lue loda gli avversari ma lancia la sfida: "Sono la miglior squadra che abbia mai visto, ogni anno battono record su record. Ma noi possiamo essere meglio di loro"

OAKLAND - La sincera ammirazione di LeBron James verso Kevin Durant e quella - forse un po' meno sincera - da parte di coch Lue verso la forza degli avversari. Ecco le parole dei protagonisti in maglia Cavs dopo gara-1

LeBron James

"Cosa mi ha impressionato di Golden State? KD. Non c'è molto da aggiungere. Se a una delle migliori squadre di sempre aggiungi un giocatore della sua forza e della sua intelligenza, il risultato è questo: gli Warriors sono davvero difficili da battere. Noi non ci siamo aiutati: con 20 palle perse, in trasferta e contro una squadra come questa, non vinci mai, così come sono troppi i 27 punti subiti tra transizione e contropiede. Dobbiamo fermare la palla prima, soprattutto sui nostri errori e sulle nostre palle perse. Loro sono stati bravi a capitalizzare sui nostri errori, noi ne abbiamo fatti davvero tanti. La cosa positiva è che sappiamo di poter giocare meglio, per cui il mio messaggio ora è quello di concentrarci subito su gara-2. Anche la nostra panchina deve tornare a giocare come sa, dando tutto sia dal punto di vista mentale che fisico: deve darci energia, sforzo, impegno".

Una spettacolare schiacciata di LeBron James contro JaVale McGee

Kyrie Irving

“Non c’è tempo per essere delusi dalla prestazione di oggi, dobbiamo metterci subito al lavoro per migliorare. Abbiamo concesso troppi canestri facili, rientrando davvero male in difesa, spesso come conseguenza di brutti tiri in attacco. Loro hanno capitalizzato sui nostri errori, comprese le troppe palle perse: 20 in una gara di finale è un dato che non possiamo accettare. Il momento decisivo è arrivato all'inizio del terzo quarto: all'intervallo eravamo sotto di 8 ma loro ci hanno aggredito in uscita dagli spogliatoi con una tripla di Kevin Durant, una di Steph e in un attimo lo svantaggio era di 16 punti. Sappiamo che sono capaci di parziali del genere, per questo contro squadre come gli Warriors ogni possesso è davvero importante. L'intensità del loro attacco è qualcosa che non si può simulare in allenamento: forse da questo punto di vista il lungo riposo prima di giocare le finali ci può avere penalizzato".

Tyronn Lue

"Avevo detto che la nostra miglior difesa sarebbe stato il nostro attacco ma invece abbiamo buttato via un sacco di palloni, anche se bisogna dar merito anche alla loro difesa, che è la migliore della NBA. In casa sapevamo che è difficilissimo batterli - hanno perso solo 9 volte negli ultimi 3 anni, no? - e la velocità con cui hanno giocato è qualcosa a cui dobbiamo abituarci. Hanno fatto un buon lavoro nel limitare Tristan Thompson a rimbalzo, soprattutto all'inizio: poi quando siamo andati sotto ho dovuto puntare di più su un quintetto offensivo, ecco spiegati così i soli 22 minuti che è rimasto in campo. Un parere sugli Warriors? Beh, sono la miglior squadra che io abbia mai visto. La migliore. Battono record ogni anni, 73-9 la scorsa stagione, ora sono 13-0 nei playoff. Giocano una gran pallacanestro. Ma noi possiamo essere più forti di loro".  

Video

Tutti i siti Sky