Caricamento in corso...
28 giugno 2017

Mercato NBA, addio Clippers: Chris Paul a Houston in coppia con Harden

print-icon

Clamorosa notizia da Los Angeles: Clippers e Rockets hanno trovato l'accordo su una trade che manda CP3 a far coppia con James Harden a Houston in cambio di Patrick Beverley, Lou Williams, Sam Dekker e la prima scelta di Houston al Draft 2018

Le voci che lo volevano lontano da Los Angeles si erano fatte sempre più insistenti nelle ultime ore ma la notizia ora trova una clamorosa conferma da parte del solito Adrian Wojnarowski sul suo sito The Vertical (in attesa che il giornalista sbarchi ufficialmente a ESPN con il primo giorno del mese di luglio): a partire dalla prossima stagione Chris Paul giocherà negli Houston Rockets al fianco di James Harden, in un reparto dietro tra i più intriganti e affascinanti di tutta la lega. “CP3”, titolare di una player option sull’ultimo anno del suo contratto con i Clippers (il prossimo, a 24.269.000 dollari), ha scelto infatti di esercitare tale opzione permettendo poi alle due squadre di organizzare una trade che porterà l’ex playmaker di Wake Forest in Texas in cambio di due guardie come Patrick Beverley e Lou Williams, dell’ala Sam Dekker e della prima scelta di Houston al Draft 2018 (protetta però nelle posizioni dalla 1 alla 3). Decisivo — da quanto di dice — il desiderio proprio di Paul di giocare al fianco di Harden, che ha portato i due All-Star a discutere a lungo nelle ultime settimane sulla possibilità di coesistere all’interno dello stesso roster. Per Paul, dopo sei stagioni con la maglia di New Orleans, si ferma a sei campionati anche l'avventura con la maglia dei Clippers, con i quali ha sempre disputato i playoff non riuscendo però mai neppure a centrare l'obiettivo della finale di conference a Ovest. Nel corso di una carriera che lo vedrà iniziare a fine ottobre la sua 13^ stagione nella lega, Paul ha ottenuto 9 convocazioni all’All-Star Game con altrettante inclusioni nei migliori quintetti sia offensivi che difensivi della lega, guidando per 4 volte la classifica degli assist e per ben 6 quella dei recuperi. Uno dei primi ad auguarare il meglio al neo-Rockets nella sua nuova avventura texana è stato LeBron James, che su Twitter non ha mancato di auguarare "buona fortuna" a un avversario e amico da sempre considerato come "un fratello" da parte del n°23 di Cleveland.