Caricamento in corso...
01 luglio 2017

Tutti i rumors NBA: Gallinari domenica incontra i Clippers

print-icon
Get

Il giocatore azzurro dei Denver Nuggets ascolterà nelle prossime ore l'offerta dei Clippers ed è uno dei tanti free agent ancora liberi sul mercato: questi tutti i nomi e le voci circolate nelle ultime ore, in attesa che nei prossimi giorni tutti trovino una sistemazione

Tante conferme, qualche colpo di scena clamoroso con le dinamiche e rapporti di forza dell’intera lega che cambiano nel giro di poche ore. A guardare quanto accaduto nella prima mattinata di free agency sembrerebbe ormai che il mercato abbia già esaurito tutti i suoi colpi principali, quando invece i giochi in realtà sono tutt’altro che conclusi ancora per molti nomi di rilievo, a partire da Gordon Hayward che nei prossimi giorni valuterà le offerte di Heat, Jazz e Celtics. Boston però, adesso che non può più permettersi il doppio colpo visto che Paul George ha preso la strada di Oklahoma City, sembra essere intenzionata a valutare meglio l’offerta da fare ai Jazz per il prodotto di Butler. E sempre dallo Utah arriva un altro free agent cercato da molti, George Hill, molto positivo negli ultimi mesi a Salt Lake City e a caccia dell’ultimo contratto importante della sua carriera. A Est nel frattempo a muoversi potrebbero essere anche Kyle Lowry (non è affatto scontato il suo rinnovo con i Raptors, soprattutto a cifre così alte) e Paul Millsap, scombinando ancora di più le gerarchie lungo la costa atlantica, sempre meno competitiva al momento alle spalle della sola Cleveland. Per questo squadre come Miami potrebbero rilanciare le proprie ambizioni piazzando un colpo di rilievo: Pat Riley ha parlato di piano A e piano B, senza lasciare molto spazio a ulteriori alternative e a quanto pare, oltre a Gordon Hayward, il secondo nome grosso di questa free agency associato alla squadra della Florida è quello di Serge Ibaka; situazione però da valutare anche in funzione degli eventuali rinnovi di James Johnson e di Dion Waiters, che qualora non restassero in maglia Heat non avrebbero comunque difficoltà ad accasarsi altrove.

I Clippers pensano all'azzurro e a Joe Ingles

Tra le decine di voci circolate c’è anche quella riportata riguardo l’interesse da parte dei Clippers nei confronti di Danilo Gallinari, che domenica dovrebbe incontrare la dirigenza dei losangelini per discutere di un’offerta che potrebbe portarlo a Los Angeles. Oltre all’azzurro, anche Joe Ingles è finito nel mirino del neo GM Jerry West, che ha potuto in parte tirare il fiato dopo la conferma di Blake Griffin e prima della probabile dipartita anche di J.J. Redick, molto vicino ai Philadelphia 76ers che potrebbero arrivare a offrirgli cifre che altri difficilmente riuscirebbero a pareggiare. Il giocatore più ricercato però è Andre Iguodala, da molti accostato agli Spurs, ma che ascolterà tra le altre anche l’offerta dei Sacramento Kings. La squadra californiana ha contattato anche Patrick Patterson, mentre a fare le valigie potrebbe essere Ben McLemore a cui nelle prossime ore dovrebbe arrivare un’offerta da parte dei Memphis Grizzlies. Non sarà lui però il free agent più ambito proveniente dai Kings, visto che sia OKC che gli Warriors si sono fatti avanti per Rudy Gay (Golden State pensa a lui nel caso parta Iguodala), anche se il numero 8 dei Kings ci ha tenuto a far sapere che nei prossimi tre giorni ha in calendario ben quattro incontri. Otto Porter invece, ha deciso di prendersi un fine settimana di tempo per pensare, quindi difficilmente il suo rinnovo con gli Wizards (al momento lo scenario più probabile) arriverà prima di un paio di giorni. Ma non preoccupatevi, in quel caso nessun reporter tarderà a twittare e rendere nota la notizia; non come accaduto al povero Ron Baker che un minuto dopo l’inizio del mercato ha provveduto in autonomia via Twitter a rendere noto il rinnovo con i Knicks: chi fa da sé fa per tre, direbbe lui. Emozionato dal fatto di far sapere al mondo del suo contratto, Baker ha però dimenticato di comunicare le cifre dell'accordo: fosse anche soltanto poco più di un milione di euro (come alcuni ipotizzano), buttali via.

I PIU' VISTI DI OGGI