Caricamento in corso...
05 luglio 2017

Mercato NBA, Nick Young firma un contratto di un anno con gli Warriors

print-icon
you

Il giocatore dei Lakers ha firmato un contratto di un anno con i campioni NBA: per lui 5.2 milioni di dollari e soprattutto la possibilità di mettersi un anello al dito

La notizia è di quelle che faranno sorridere tanti amanti NBA, felici di vedere un giocatore di culto come “Swaggy P” in un squadra competitiva e super attrezzata come gli Warriors: Nick Young infatti, diventato free agent dopo essere uscito dal contratto con i Lakers, ha accettato l’offerta fatta da Golden State e che gli garantirà 5.2 milioni di dollari nella prossima stagione (versati come parte della Mid Level a disposizione degli Warriors). Un accordo di un anno come ha fatto sapere a ESPN Mark Bertelstein, l'agente del giocatore, dopo che a pesare in favore del suo ingaggio sono state anche le parole di stima che coach Luke Walton, suo allenatore ai Lakers ed ex assistente degli Warriors, ha speso nelle scorse ore per convincere la dirigenza di Oakland a scommettere su un talento tanto scintillante quanto incostante. Un realizzatore puro che potrà tornare comodo a Golden State (oltre 13 punti di media nella passata regualr season) in uscita dalla panchina assieme a Omri Casspi, l’altro innesto arrivato nelle ultime ore per rinforzare il roster di un squadra che ha già dimostrato di saper vincere con il personale a disposizione, confermato in blocco dopo i rinnovi già confermati dei vari Curry, Durant, Iguodala, Livingston e West. All'appello adesso manca solo JaVale McGee che nelle ultime ore ha fatto sapere di essere in contatto con i Lakers, giusto per lasciare intendere che sul mercato in realtà ci sono squadre interessate anche a lui. Questa firma però a livello di salary cap complica non poco il rinnovo del lungo numero 1, in quanto i campioni NBA al momento hanno già superato i 40 milioni di tassa di lusso e il contratto di McGee metterebbe ancora di più sotto pressione i conti degli Warriors, considerando che c'è ancora Zaza Pachulia da tenere eventualmente in conto, oltre a Jordan Bell, l'acquisto fatto nella notte del Draft dai Chicago Bulls. Nel frattempo allora ci si consola con l'arrivo di Young, salutato già da Kevin Durant via Twitter con una delle immagini più celebri della sua carriera. Buona fortuna Swaggy P, siamo tutti con te!

I PIU' VISTI DI OGGI