Caricamento in corso...
14 luglio 2017

Summer League, Lonzo Ball non si ferma più: altra tripla doppia

print-icon

Un'altra grande partita del playmaker dei Lakers: 16 punti, 10 rimbalzi, 12 assist e 5 recuperi, seconda tripla doppia in cinque giorni. Il tutto con le adidas ai piedi, dopo aver indossato delle Nike ieri...

Lonzo Ball non finisce di stupire e di fare notizia. Dopo la prestazione da 36 punti e 11 assist di ieri davanti agli occhi di LeBron James, il nuovo playmaker dei Los Angeles Lakers ha realizzato la seconda tripla doppia della sua Summer League, chiudendo con 16 punti, 10 rimbalzi, 12 assist e 5 recuperi nella vittoria contro i Cleveland Cavaliers per 94-83, avanzando ai quarti di finale. A far alzare più di un sopracciglio è però anche la scelta di presentarsi in campo calzando un paio di Harden Vol.1 della adidas (e immediatamente immortalate dalla stella dei Rockets su Instagram), dopo aver giocato il giorno prima con le nuove Kobe A.D. della Nike invece delle sue ZO2s. “Alla Big Baller Brand si ha la libertà di fare ciò che si vuole” ha commentato Ball con ESPN dopo la partita. “E io ne sono la dimostrazione”. Non è sempre tutto oro ciò che luccica: Ball ha continuato ad avere problemi al tiro, chiudendo con 6/20 dal campo e segnando solo due delle 10 triple tentate, perdendo ben 7 palloni dopo i 6 di ieri. Ciò nonostante, l’impatto che Lonzo riesce ad avere sulla partita con il suo playmaking (i suoi 12 assist pareggiano quelli degli interi Cavs) e la sua visione di gioco (il lungo Kyle Kuzma sembra aver capito meglio degli altri che gli basta partire in contropiede per vedersi recapitato tra le mani un comodo pallone da appoggiare al ferro) riescono a fare la differenza. “Probabilmente la combinazione è al 90% merito del suo talento e 10% dei suoi compagni che ora sanno che se partono in campo aperto, possono procuarsi un sottomano” ha dichiarato coach Jud Buechler, allenatore dei Lakers per la Summer League. “È semplicemente incredibile il modo in cui recupera il pallone e spinge in contropiede. Vogliamo che sia lui a decidere il ritmo del nostro gioco e della partita: scatta, corri e crea punti facili”. Prima di Ball, non era mai successo nei 13 anni di storia della Summer League che un giocatore registrasse una tripla doppia: Ball ne ha realizzate due in cinque giorni, intermezzandole con una prestazione da 36-8-11-5-2. Nelle quattro partite disputate, le medie sono di 17 punti, 8.3 rimbalzi e 9.8 assist: gli avversari di sabato, i Brooklyn Nets, sono avvisati.

Create for the culture.

Un post condiviso da jharden13 (@jharden13) in data: