26 luglio 2017

Mercato NBA, Allen Crabbe va ai Brooklyn Nets

print-icon
Allen Crabbe

Allen Crabbe, 25 anni, ha disputato quattro stagioni con i Portland Trail Blazers (foto Getty)

Un anno dopo l'offer sheet da parte di Brooklyn, la guardia dei Blazers va nella squadra per cui aveva firmato. A Portland va il contratto di Andrew Nicholson, già tagliato e spalmato: il risparmio sulla luxury tax sarà di oltre 40 milioni di dollari

Un anno dopo avergli offerto un contratto da 75 milioni di dollari, i Brooklyn Nets raggiungono il loro obiettivo, prendendo Allen Crabbe dai Portland Trail Blazers. Adrian Wojnarowski di ESPN ha riportato che la franchigia newyorkese ha scambiato il contratto di Andrew Nicholson (20 milioni nei prossimi tre anni) per ricevere la guardia a cui lo scorso anno, in regime di restricted free agency, avevano offerto un contrattone per cercare di strapparlo dai Blazers. Portland, però, a sorpresa pareggiò l’offerta, ma alla scadenza dell’anno da quella scelta hanno deciso di tornare sui loro passi, scambiando Crabbe con la squadra che si era dimostrata così interessata alle sue doti di tiro. Le regole della NBA, infatti, impediscono di scambiare un giocatore con la squadra con cui ha firmato una offer sheet prima di un anno, e ora il GM Sean Marks può aggiungere sul perimetro un giocatore di 25 anni su cui avevano puntato fortissimo. Per i Portland Trail Blazers questa mossa ha motivi soprattutto economici: il contratto di Nicholson infatti verrà tagliato e spalmato sui prossimi sette anni, alleggerendo enormemente il costo della luxury tax che passa da 48.3 milioni a 4.4 milioni, secondo quanto scritto da Bobby Marks di ESPN. Con questo scambio Portland genera anche una trade exception da 12.9 milioni che scadrà tra un anno e con la quale potranno assorbire un contratto da un’altra squadra. Per completare lo scambio Crabbe ha rinunciato a un bonus al momento dello scambio che gli sarebbe valso quasi 6 milioni nei prossimi tre anni, con la prospettiva di giocare da titolare insieme a D’Angelo Russell e/o Jeremy Lin, sfruttando il suo eccellente 44% dall’arco della scorsa stagione in cui è stato il terzo giocatore più utilizzato dai Blazers dietro Lillard e McCollum.

Il senso della trade

Per i Nets si può pensare che questo scambio di fatto permetta di avere una buona guardia giovane per una somma contenuta (37 milioni per tre anni), dato il costo di Nicholson, ma il peso del contratto di Crabbe di fatto elimina il loro spazio salariale per gli anni a venire, impedendo di completare scambi come quello orchestrato per assorbire DeMarre Carroll da Toronto. È anche strano che Brooklyn non abbia richiesto l’inclusione di qualche altro “asset” (che fossero scelte al Draft o giovani scommesse) per assorbire un contratto sgradito a Portland come quello di Crabbe: di fatto, Sean Marks ha fatto un favore “gratis” ai Blazers, che come detto risparmiano più di 40 milioni di luxury tax con questa mossa. Di sicuro Crabbe può aiutare la squadra con le sue doti di tiro, ma il suo contributo difensivo e come attaccante a tutto tondo è trascurabile: oltre alle percentuali dall’arco, c’è poco altro che la guardia-ala possa dare alla squadra anche come realizzatore, viste le difficoltà nel creare dal palleggio ad alto livello. Evidentemente però la dirigenza dei Nets è sicura che possa migliorare con il nucleo giovane che stanno creando e che l’investimento fatto lo scorso anno sia valido anche per le prossime tre stagioni.

Altre notizie

Arron Afflalo si è accordato per un annuale da 2.3 milioni con gli Orlando Magic, con i quali aveva già giocato dal 2012 al 2014. Brandon Knight dei Phoenix Suns si è infortunato gravemente al ginocchio sinistro in una partita pro-am a Miami: si parla di rottura del legamento crociato anteriore ed è possibile che la guardia salti tutto il prossimo anno.

I PIU' VISTI DI OGGI