25 settembre 2017

NBA, Mirotic rinnova con i Bulls: biennale da 26 milioni

print-icon
Mir

Il lungo di passaporto spagnolo ha raggiunto un accordo con Chicago, sfruttando a proprio favore il fatto che la franchigia dell'Illinois fosse al di sotto del salary floor. Un contratto parzialmente garantito, con il secondo anno che prevede una team option in favore dei Bulls

Nelle ore in cui Dwyane Wade ha raggiunto un accordo con la dirigenza dei Bulls per uscire dal suo contratto, salutando così dopo soltanto un anno la squadra della sua città natale, a Chicago sono pronti a tenersi ben stretti Nikola Mirotic (almeno per i prossimi dodici mesi), uno dei pochi sopravvissuti a un’estate di totale rivoluzione nell’Illinois (e non solo). Il lungo spagnolo ha raggiunto un accordo per un biennale da 27 milioni di dollari, di cui soltanto 12.5 sono garantiti, visto che il secondo anno di contratto lascia la possibilità di decidere agli stessi Bulls se tenerlo o meno grazie alla team option prevista dall'accordo. All’interno dello stesso però si lascia a Mirotic invece la libertà di porre il veto su eventuali trattative che potrebbero riguardarlo nei prossimi 12 mesi, consentendogli così almeno in parte di tutelare i suoi Bird Rights, ossia la possibilità di maturare anzianità all'interno della squadra e di conseguenza poter incassare più soldi. Una firma attesa e arrivata dopo una lunga trattativa, chiusa soltanto a un giorno dall’inizio del training camp a cifre più che vantaggiose in favore del giocatore che lo scorso anno ha chiuso con 10.6 punti e 5.5 rimbalzi di media; a giocare a suo favore infatti è stato il fatto che i Bulls fossero incentivati dall’essere al di sotto del cosiddetto salary floor, ossia la soglia minima di stipendi totali che ogni franchigia deve garantire di redistribuire ogni anno. Anche per questo Mirotic è riuscito a ottenere cifre ben più cospicue rispetto alla qualifyng offer da 7.2 milioni che sarebbe scaduta il prossimo 1° ottobre. In NBA riuscire a riempirsi il portafoglio vuol dire saper sfruttare anche logiche di questo tipo, oltre ovviamente a risultare utile ogni volta che si scende in campo. E Mirotic sa che per meritarsi la riconferma e tutti questi soldi dovrà confermarsi proprio sul parquet.

I PIU' VISTI DI OGGI