27 settembre 2017

WNBA: le Lynx vincono 70-68. Esordio per la Zandalasini

print-icon

Vittoria convincente per le Minnesota Lynx che pareggiano la serie portando a casa un match condotto sin dalla palla a due. Un minuto in campo per Cecilia Zandalasini, al suo esordio assoluto in una finale WNBA

Si prendono la rivincita le Minnesota Lynx di Cecilia Zandalasini, vincendo gara-2 70-68 contro le LA Sparks al termine di un match in cui le padrone di casa hanno guidato le danze sin dalla palla a due. Sono le vice-campionesse WNBA infatti a piazzare il parziale nel primo quarto, a differenza di quanto accaduto 48 ore prima: un 28-10 che ha segnato la sfida sin dal termine della prima frazione; un margine che  ha permesso alle Lynx di controllare il match e di lasciare anche la possibilità alla nostra Zandalasini “di bagnare i piedi”, come dicono dall’altra parte dell’oceano; di tastare le sensazioni che trasmette un parquet di una finale WNBA. Un solo minuto, per carità, con un trilione stampato sul tabellino (ossia una lunga sfilza di zeri dopo l’uno alla voce “minuti giocati”), che non descrive però la quantità di emozioni provate dalla giocatrice azzurra classe 1995, al suo esordio assoluto su un palcoscenico così importante e che un giorno potrebbe diventare familiare per lei. Un successo frutto della super prestazione del quintetto di Minnesota, che ha chiuso il match tutto in doppia cifra guidato dai 14 punti di una trascinante Lindsay Whalen e dai 13 con 17 rimbalzi (record per una finale WNBA) dell’MVP della stagione Sylvia Fowles. Per le Sparks invece, a brillare ancora una volta sono state le solite Chelsea Gray e Candace Parker, rimaste assieme a tutte le altre compagne nello spogliatoio durante l’esecuzione dell’inno nazionale prima dell’inizio del match (come già successo in gara-1); una scelta in linea con quanto visto anche in NFL e con quanto dichiarato con grande forza dai giocatori NBA durante il Media Day. Una sfida decisa anche questa volta nel finale, con le Sparks che a pochi secondi dal termine sotto di due punti avevano a disposizione il pallone per vincere il match: Chelsea Gray però non è riuscita a replicare la prodezza di Gara-1, perdendo il controllo della sfera e lasciando così il successo alle Lynx. Gara-3 è in programma nella notte tra sabato e domenica, con le squadre che si sposteranno a Los Angeles; per le Lynx sarà importante riconquistare il fattore campo, per far sì che il sogno della nostra Cecilia possa continuare.

.

Un post condiviso da Cecilia Zandalasini (@zandi96) in data:

I PIU' VISTI DI OGGI