06 ottobre 2017

Preseason: Portland vince contro Toronto, Houston ne fa 144

print-icon

I Rockets passeggiano in casa contro gli Sharks di Shanghai, mentre i Blazers controllano la sfida contro i Raptors per tre quarti. Vincono anche Magic e Nets contro Mavericks e Heat

Houston Rockets-Shanghai Sharks 144-82

Passeggiano gli Houston Rockets contro la squadra cinese ospite al Toyota Center: 144 punti a referto e soprattutto 52 triple tentate nei 48 minuti di gioco. Mike D’Antoni ha provato il quintetto con Chris Paul al fianco di James Harden, entrambi nei 26 minuti in campo in doppia cifra alla voce assist – la nota forse più lieta del match. E poi 18 punti di Ariza e i 17 di Gordon in uscita dalla panchina (19 dei 52 tentativi da tre portano la loro firma), in una sfida in cui la difesa non ha di certo dovuto fare gli straordinari. Degna di nota la prestazione di Josh Akognon: 27 punti, 11/16 dal campo e soprattutto 5/17, conditi da 7 rimbalzi, 6 assist e 6 palle perse. L’anima, nel bene e nel male, degli Shanghai Sharks. Il -44 di plus/minus però rende tutto più impietoso, peccato.

Portland Trail Blazers-Toronto Raptors 106-101

Nella sfida più interessante della serata di preseason, i Portland Trail Blazers vincono controllando il match per tre quarti di gioco ed evitando il rientro in corsa dei canadesi, riportatisi soltanto sul -5 quando ormai era troppo tardi. Disastroso il rendimento del quintetto dei Raptors, in cui nessuno dei titolari chiude con un plus/minus in positivo. Norman Powell in 25 minuti di gioco raccoglie assieme ai 15 punti a referto anche un eloquente -22, evidentemente distratto dalla firma da 42 milioni di dollari resa ufficiale poco prima. Dall’altra parte invece 31 punti combinati messi a referto da Lillard e McCollum: uno dei backcourt più interessanti dell’intera NBA inizia a scaldare i motori in vista della regular season sempre più vicina.

Orlando Magic-Dallas Mavericks 112-89

Work in progress sia da una parte che dall’altra nel match andato in scena in Florida, con i padroni di casa da una parte che partono con il quintetto titolare della passata stagione (che non ha garantito poi grandissimi risultati, anzi), per poi far uscire dalla panchina i vari Isaac, Simmons e Speights. La partita alla fine la vincono i Magic, ma il risultato mai come in questo caso è l’ultimo dei parametri da valutare. In casa Mavericks infatti sono ben otto i giocatori rimasti a guardare (tra cui Nowiztki, Matthews, Barnes e Noel), lanciando così un quintetto del tutto sperimentale con Dennis Smith Jr. (13 punti con 13 tiri), Seth Curry e poco altro. Per capirne di più su questi Mavs toccherà aspettare ancora qualche giorno. 

Brooklyn Nets-Miami Heat 107-88

I Nets provano a riprendere confidenza con il concetto di vittoria già dalla preseason (anche se non serve poi a molto in realtà vincere amichevoli di questo genere), schierando un quintetto con le novità Carroll, Mozgov e Russell che potrebbe molto probabilmente essere replicato anche a stagione iniziata: il fatto che funzioni in amichevole contro gli Heat che raccolgono 21 punti da Tyler Johnson in uscita dalla panchina e nulla più, non è di certo molto indicativo. Aspettiamo test più impegnativi. 

I PIU' VISTI DI OGGI