Caricamento in corso...
09 ottobre 2017

NBA, Preseason: stellari Davis e Lillars, vincono anche Spurs e Wizards

print-icon

Anthony Davis mette a referto 37 punti e 15 rimbalzi nel successo sui Bulls. Portland passeggia contro i Clippers, grazie ai 35 punti di un indemoniato Damian Lillard. Successi per Spurs, Wizards, Nets, Lakers e Thunder

Chicago Bulls-New Orleans Pelicans 95-108

TABELLINO - HIGHLIGHTS

I Big Three dei Pelicans iniziano a scaldare sul serio i motori in questa preseason e contro i Bulls trovano la prestazione più convincente di queste prime due settimane di preparazione alla regular season NBA. DeMarcus Cousins accarezza la tripla doppia con 22-9-9, mentre Holiday chiude con 19 punti a referto e un convincente 8/12 al tiro. L’altro però, è evidentemente un po’ più big degli altri: Anthony Davis infatti gioca una partita da 37 punti e 15 rimbalzi con irrisoria facilità, caricando di falli qualsiasi avversario provi a contenerlo (22/23 ai liberi) e guidando al successo i Pelicans. In casa Bulls buona parte del quintetto chiude in doppia cifra, ma non serve a impensierire New Orleans che resta sempre in controllo della sfida. Markannen esce dalla panchina, giocando poco (14 minuti) e segnando ancora meno (solo 4 punti). Per crescere e segnare, ci sarà tempo.

Brooklyn Nets-New York Knicks 117-83

TABELLINO - HIGHLIGHTS

A New York tra Nets e Knicks non è che se la passino molto bene, ma a guardare queste prima amichevole la sensazione è che i blu-arancio siano ancora in alto mare in quanto a idee di gioco e possibilità di resa di un quintetto che ancora prima di iniziare la regular season, mostra già dei limiti enormi. Jarrett Jack + Ramon Sessions restano sul parquet per un totale di 48 minuti: 18 punti e 10 assist in combinata a referto (il bottino di quella point guard che manca ormai da anni ai Knicks) e un eloquente -34 di plus/minus. Esattamente i punti che dividono alla fine le squadre: 117-83, con 13 giocatori dei Nets con almeno quattro punti a referto (guidati dai 16 e 7 assist di D’Angelo Russell). Se sia merito dell’attacco o demerito della difesa, ce lo dirà la regular season.

Oklahoma City Thunder – Melbourne United 86-85

TABELLINO - HIGHLIGHTS

Per la prima volta i cinque titolari formati da Westbrook, Roberson, George, Anthony e Adams giocano più di 27 minuti, ma sono le giocate delle riserve Terrance Ferguson, Jerami Grant e soprattutto Josh Huestis a regalare la vittoria tirata a OKC contro gli australiani del Melbourne United. Paul George ha guidato tutti con 22 punti (5/17 al tiro), seguito dai 19 di Anthony (6/19) e la doppia doppia da 12+10 di Adams, mentre Westbrook si è fermato a 9 punti, 5 rimbalzi e 7 assist con 3/10 al tiro – brutte percentuali che hanno caratterizzato l’intera sfida da una parte e dall’altra. Da segnalare per gli ospiti i 20 punti di una vecchia conoscenza NBA come Casper Ware Jr, seguito dai 15 dell’ex Nets Josh Boone.

Los Angeles Lakers-Sacramento Kings 75-69

TABELLINO - HIGHLIGHTS

Il 25/80 al tiro dal campo di squadra dei Sacramento Kings è il racconto più efficace di una partita in cui la palla non è ha davvero voluto sapere di entrare. Ai 16 punti di uno Zach Randolph sempre efficace, non hanno fatto seguito i punti dei vari Bogdanovic, Fox, Cauley-Stein, Hield e tutte le altre giovani (d’età o d’esperienza) promesse che in casa Kings saranno chiamate a fare la differenza. I Lakers vincono così un’amichevole dal valore relativo nonostante l’assenza di Lonzo Ball, guidati dai 32 punti e 18 rimbalzi combinati da duo Randle-Kuzma in uscita dalla panchina. Quando si affronteranno avversari che tireranno con percentuali superiori al 31% dal campo, toccherà trovare qualcos’altro per provare a vincere.

Washington Wizards – Cleveland Cavaliers 102-94

TABELLINO - HIGHLIGHTS

Coach Tyronn Lue concede un altro turno di riposo a LeBron James, e già che c’è tiene seduti anche tutti gli altri titolari lasciando ampio spazio alle riserve, a partire dai 19 punti di un Jeff Green protagonista con una schiacciata incredibile sulla testa di Ian Mahinmi. Non è bastato però per superare gli Wizards, che pur tenendo in campo i titolari per meno di 10 minuti (11 punti per Bradley Beal), hanno colto la terza vittoria su tre partite disputate in preseason. Ancora senza vittorie invece i Cavs, anche se hanno annunciato che James ci sarà per l’ultima gara di preparazione alla stagione. 

L.A. Clippers – Portland Trail Blazers 106-134

TABELLINO - HIGHLIGHTS

Non ci sono telecamere a riprendere la partita, e neanche le difese sono particolarmente interessate a mettersi d’impegno in una gara domenicale e pomeridiana a Los Angeles. Alla fine a rubare la scena sono i soliti due, Damian Lillard (35 punti in 26 minuti con 9/17 al tiro e 13/13 ai liberi) e C.J. McCollum (20 con 6/13), che hanno spinto Portland alla facile vittoria contro i letargici Clippers. Con Danilo Gallinari tenuto a riposo insieme a Dekker e Rivers, sono i 15 punti a testa di Teodosic e Griffin, insieme alla doppia doppia da 12+14 di Jordan, a guidare i padroni di casa.

San Antonio Spurs – Denver Nuggets 122-100

TABELLINO - HIGHLIGHTS

Con Becky Hammon e Will Hardy in panchina a guidare la squadra al posto di Gregg Popovich per un tempo a testa, gli Spurs hanno bisogno di un ultimo quarto da 39-18 per avere ragione dei Nuggets. Sempre priva di Kawhi Leonard oltre che dei vari Gasol, Mills e Anderson, San Antonio si è appoggiata su LaMarcus Aldridge (21 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) e Bryn Forbes (20 con 4/5 da tre) per produrre un eccellente 57% al tiro, sfruttando le mancanze difensive di Denver. Per coach Michael Malone sono cinque i giocatori in doppia cifra guidati dai 19 di Nikola Jokic, mentre a Jamal Murray è stato dato un giro di riposo prima dell’ultima gara di preseason.

I PIU' VISTI DI OGGI