16 aprile 2018

NBA, incredibile a Houston: nessuno vede i passi di Towns, Minnesota va a segnare

print-icon

VIDEO. Episodio al limite dell'incredibile nel finale di Houston-Minnesota: tutti pensano che si debba tirare un altro libero e Karl-Anthony Towns passeggia offrendo il pallone all'arbitro, ma il gioco è ripartito e Minnesota va a segnare indisturbata!

Di episodi strani se ne vedono tanti in un campo NBA, ma forse un episodio come quello capitato nel finale di gara-1 tra Houston e Minnesota si è visto raramente. A un minuto e mezzo dalla fine, James Harden è stato mandato in lunetta per due tiri liberi: una volta segnato il primo, però, dalla panchina hanno chiamato timeout, mandando in tilt i cervelli di tutti i giocatori in campo. Già dall'espressione perplessa di Clint Capela, infatti, si poteva capire che qualcosa non andava: quando Harden ha sbagliato il secondo libero tutti i dieci giocatori in campo si sono fermati come se si dovesse battere anche il secondo, tanto che Karl-Anthony Towns dopo aver recuperato il pallone indisturbato si è fatto una "passeggiata" di qualche passo porgendo il pallone all'arbitro come se nulla fosse. Solo quando dalla panchina sono arrivati degli urlacci per segnalare ai giocatori che la palla era in gioco le due squadre hanno ricominciato a muoversi in maniera normale, con Towns - bisogna riconoscerlo - prontissimo nel lanciare Derrick Rose in contropiede per la schiacciata del -5 di Andrew Wiggins. Per fortuna della NBA questi due punti viziati da una palese infrazione di passi non hanno finito per influire sul risultato finale della gara, vinta comunque da Houston dopo l'ultimo errore di Jimmy Butler. La curiosità comunque resta: come è potuto succedere che tutti e dieci non sentissero l'avvertimento dell'arbitro prima del libero, che secondo quanto riferito da Mike D'Antoni era arrivato forte e chiaro?

Gli highlights di gara-1

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi