Please select your default edition
Your default site has been set

NBA Finals, Cleveland-Golden State: segui il LIVE di gara-3

NBA

Dopo le due sconfitte incassate alla Oracle Arena, i Cavaliers sono chiamati a invertire la tendenza e a battere gli Warriors per rilanciarsi nella serie e a regalarsi una chance di successo: andare sotto 0-3 vorrebbe dire segnare in maniera definitiva la corsa al titolo NBA

CLICCA QUI PER SEGUIRE IL LIVE DEL MATCH

I primi due episodi della serie hanno seguito un copione diverso da quello atteso alla vigilia, ottenendo però il risultato pronosticato da tutti: Golden State avanti 2-0 e con il fattore campo saldamente nelle sue mani. La prima sfida è stata una delle più belle e intense partite di finale giocate negli ultimi anni, grazie a un LeBron James fuori dalla norma e un’impresa sfiorata da Cleveland e drammaticamente andata a sbattere contro la dimenticanza di J.R. Smith. Istanti che sono già entrati di diritto nella storia della NBA e che sembrano condannare i Cavaliers a concludere da comparsa questa serie, ma mai scommettere contro il n°23 di Cleveland. Anche quando è con le spalle al muro come in questa occasione, in attesa che i suoi compagni ritrovino in parte la mira e gli garantiscano delle alternative efficaci almeno in attacco. Riuscire a macinare punti e canestri sugli scarichi di James potrebbe aprire una miriade d’opzioni offensive che permetterebbero ai Cavaliers di battagliare alla pari almeno in quanto a potenza di fuoco, facendo così passare in secondo piano le evidenti carenze difensive ormai croniche. Dall’altra parte invece Golden State sta continuando a confermarsi a un livello di gioco a tratti irraggiungibile per chiunque, guidata da uno Steph Curry che al quarto tentativo ha deciso di mettere una seria ipoteca sul titolo di MVP delle Finals. Al suo fianco Kevin Durant, killer silenzioso che non riesce a non segnare meno di 20 punti anche quando la serata è più storta del solito, e Klay Thompson, che riesce ad andare oltre il dolore e gli infortuni, regalandosi due super partite nonostante il problema alla caviglia. E poi il supporting cast, in grado di far dimenticare l’assenza di Andre Iguodala, di garantire un’alternativa offensiva quando Curry, Durant e Thompson devono necessariamente tirare il fiato. Una macchina perfetta, che solo LeBron James può pensare di inceppare in qualche modo. Il tempo e le possibilità stanno per finire, bisogna darsi da fare sin da gara-3.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche