Please select your default edition
Your default site has been set for 7 days

NBA, Greg Oden in estate si laurea: l'incredibile parabola dell'ex prima scelta assoluta

NBA

Scelto prima di Kevin Durant al Draft 2007 da Portland, l'ex stella di Ohio State è tornato al college per guadagnarsi il famoso "pezzo di carta": e ora lo annuncia trionfale sui social

L'INFORTUNIO DI NURKIC E LA MALEDIZIONE BLAZERS

PORTLAND AVANZA AL SECONDO TURNO DEI PLAYOFF

Nel giorno in cui Damian Lillard è l’eroe sportivo di tutta America, con il canestro che elimina Oklahoma City, battuta dai suoi 50 punti, sempre a Portland – e alla storia, sfortunata, dei Trail Blazers – riporta una storia che arriva dall’Ohio. In particolare da Ohio State University, l’ateneo statale dove nel 2006 faceva il suo esordio, con i riflettori di tutta America puntati su di lui, Greg Oden. Aveva chiuso la sua carriera liceale in Indiana, alla Lawrence North HS, con il titolo di miglior giocatore statele, uno dei prospetti più attesi di tutto il Paese – e anche con una media voti di 3.9 su un massimo di 4: “Si tratta del mio nome: sento il dover di dare il massimo, di fare tutto al meglio”, raccontava all’epoca. Poi – dopo un’unica stagione NCAA in maglia Buckeyes – il momento tanto atteso della consacrazione sportiva: la scelta alla n°1 assoluta al Draft NBA 2007 da parte dei Portland Trail Blazers, davanti niente meno che a Kevin Durant, scelto immediatamente dopo da Seattle. Quello che è successo dopo è conosciuto da tutti: infortuni a ripetizione alle ginocchia, una carriera che termina prima ancora di iniziare, un talento da molti considerato la reincarnazione moderna di Bill Russell mai realmente ammirato a livello NBA. Portland lo lascia andare dopo due stagioni in cui gioca la metà delle gare possibili. Nel 2013 ci prova Miami a tentare una disperata operazione di recupero, ma il fisico non regge. Greg Oden è costretto a ritirarsi a 26 anni, e il peggio deve ancora venire: problemi di depressione, di alcool, qualche scivolone sui social dove appaiono foto (intime…) poco eleganti. L’ex fenomeno di Ohio State sembra perso, ma proprio durante la corsa nei playoff 2014 dei suoi Miami Heat inizia a spedire sms a tarda notte al suo ex allenatore ai Buckeyes, Thad Matta. L’idea è davvero particolare: tornare a Ohio State e riprendere quegli studi interrotti dopo solo un anno per entrare nella NBA. Matta lo incoraggia e oggi dice: “Quante persone che hanno dovuto attraversare quello che ha attraversato lui riuscirebbero a fare una cosa del genere? È stato la prima scelta assoluta, e giuro ancora oggi che se non ci fossero stati gli infortuni sarebbe uno dei più forti di sempre ad aver mai giocato nella NBA: ecco, uno così va in classe con ragazzi di 18-22 anni e non fa una piega. Questo è Greg Oden al suo meglio”, dice il suo ex allenatore: “una persona davvero speciale”.

In corso con ragazzi di 18 anni, per ottenere la laurea

In realtà, a differenza di quanto detto dal suo ex coach, non tutto è stato così semplice per Oden: “Quando mi sono ritrovato in fila con dei ragazzini di 18 anni per prendere la mia tessera universitaria, beh, quello è stato il momento in cui mi sono chiesto: ‘Ma sono davvero convinto di volerlo fare?’”, racconta oggi con un sorriso. Le motivazioni però sono fortissime: “Essere la prima scelta assoluta a un Draft NBA è stupendo – racconta – ma laurearmi è qualcosa che racconta della mia crescita e maturazione come uomo, della mia crescita culturale. Il punto è voler sempre imparare, voler sempre migliorare: sono felice di questo traguardo e il messaggio che voglio dare a mia figlia è proprio questo, di andare al college, lavorare duro e allargare il più possibile i confini della sua vita”. La piccola Londyn oggi non ha neppure tre anni, ma insieme alla moglie Sabrina e a sua madre Zoe, è tra le persone per cui Oden ha ripreso un cammino che sembrava smarrito. Anche a loro, e a tutti quelli che lo hanno aiutato negli studi, l’ex centro dei Blazers dedica – zainetto da studente in spalla – il messaggio su Instagram con cui annuncia la sua imminente laurea (probabilmente nella sessione estiva): “Ho appena sostenuto il mio ultimo esame alla Ohio State University! Ci sono tantissime persone che mi hanno aiutato in questo viaggio, che è iniziato nell’estate del 2006… Grazie @ohiobeauty, Londyn, mamma, coach Matta, John Macko, Ms. Laurel Clarkson, Gene Smith, Terresa Kline e tanti altri che mi hanno aiutato”. Oden diventa la prima scelta n°1 di un Draft NBA a ottenere la laurea dai tempi di Yao Ming, prima scelta nel 2002 e poi capace di laurearsi alla Jiao Tong University di Shanghai. Negli ultimi tre anni Oden ha lavorato come team manager e come studente-allenatore per la squadra di basket dei Buckeyes, finendo i suoi studi in “educazione e industria dello sport”; dopo la laurea però l’obiettivo è chiaro: l’ex Blazers vorrebbe diventare un allenatore. Che ci riesca o no, chi lo ha allenato al college non ha dubbi: “Non potrei essere più orgoglioso di un mio giocatore”, dice Thad Matta. 

I più letti