Please select your default edition
Your default site has been set for 7 days

NBA Summer League 2019, Memphis vince in finale contro Minnesota, Brandon Clarke MVP

NBA

I Memphis Grizzlies hanno battuto i Minnesota Timberwolves 95-92, laureandosi campioni della Summer League 2019. Decisivo il contributo di 15 punti e 16 rimbalzi del rookie Brandon Clarke, nominato MVP della competizione estiva

LE NEWS DI SKY SPORT SU WHATSAPP

A fari spenti come si compete a una squadra in ricostruzione, i Memphis Grizzlies hanno avuto un’estate tutt’altro che malvagia. Dopo essersi mossi bene sul mercato per recuperare asset cedendo la bandiera Mike Conley e altri contratti sgraditi, ora il campo comincia a far ben sperare per un futuro migliore. Al Draft infatti è arrivato Ja Morant con la seconda scelta assoluta, ma anche l’altro rookie selezionato dai Grizzlies sta facendo intendere di avere un ottimo potenziale: Brandon Clarke è stato fondamentale per la vittoria 95-92 dei Grizzlies in finale sui Minnesota Timberwolves, venendo nominato MVP della Summer League di Las Vegas. Si tratta del primo trofeo anche per Taylor Jenkins, nuovo capo-allenatore dei Grizzlies che deve ancora debuttare in NBA ma che ha già le idee ben chiare: "L’ho detto ai ragazzi stamattina: non c’è niente come vincere un titolo, qualsiasi esso sia" ha dichiarato dopo la vittoria.

La strada di Memphis verso il titolo

I Grizzlies sono arrivati alla finale pur partendo con la testa di serie numero 8 del tabellone, mentre Minnesota era imbattuta all'appuntamento finale. A fare la differenza è stata la presenza sotto canestro di Clarke, che ha chiuso con cifre mostruose da 15 punti, 16 rimbalzi, 4 assist e 3 stoppate, prendendosi giustamente il premio di MVP ed elogiando il nuovo allenatore: "È divertente giocare in questa squadra, mi sento nella squadra perfetta perché il suo sistema e il suo approccio è lo stesso di Gonzaga". Molto bene anche Greyson Allen, che ha messo 10 dei suoi 17 punti nel quarto finale per respingere la rimonta dei T'Wolves partita da -17, mettendo anche una mano sull'ultima rimessa per evitare il tiro del pareggio degli avversari. Per Memphis ci sono anche 15 punti a testa di Bruno Caboclo e Dusty Hannas, spaccando in due la partita in un terzo quarto da 31-19.

La rimonta inutile di Minnesota

Ai T'Wolves non è servita la mano caldissima di Kelan Martin (tre triple nel terzo quarto, 19 punti alla fine) per ricucire completamente lo strappo, tornando per sei volte sotto solamente di una lunghezza ma senza mai riuscire a operare il sorpasso. Coach Pablo Prigioni, però, si è detto contento dell'esperienza: "Abbiamo provato fino all'ultimo, ma nonc i siamo riusciti. Diamo loro merito, sono stati migliori: hanno combattuto per tutto il torneo, perciò non possiamo chiedere niente di più. È stata una splendida Summer League".

I quintetti ideali della competizione

Queste le scelte per i primi due quintetti All-Summer League:

Primo quintetto: Nickeil Alexander-Walker (New Orleans Pelicans), Kendrick Nunn (Miami Heat), Brandon Clarke (Memphis Grizzlies, MVP), Jarrett Allen (Brooklyn Nets), Mitchell Robinson (New York Knicks)

Secondo quintetto: Anfernee Simons (Portland Trail Blazers), Lonnie Walker IV (San Antonio Spurs), Chris Boucher (Toronto Raptors), Rui Hachimura (Washington Wizards), Jaxson Hayes (New Orleans Pelicans)

I più letti