Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, arrivano i veterani per i Lakers: DeRozan, Anthony e Gay?

MERCATO NBA

Dopo aver chiuso lo scambio per Russell Westbrook, i Los Angeles Lakers ora devono allungare la rotazione attorno ai Big Three. Tra i primi nomi fatti dalla free agency ci sono quelli di tre veterani disposti a un sacrificio economico per unirsi a James, Davis e Westbrook: i principali candidati sono DeMar DeRozan, Carmelo Anthony e Rudy Gay

Ogni squadra che può contare sui cosiddetti "Big Three" ha una sfida davanti a sé: quella di costruire una rotazione abbastanza profonda nonostante risorse limitate dal salary cap. Dopo aver ceduto tre membri della rotazione come Kyle Kuzma, Kentavious Caldwell-Pope e Montrezl Harrell per arrivare a Russell Westbrook, ora i Los Angeles Lakers hanno bisogno di aggiungere veterani a basso costo attorno a loro, e sembra che tre siano già pronti a rinunciare a stipendi più alti pur di giocarsi il titolo a Los Angeles. Secondo quanto scritto da Jake Fischer di Bleacher Report, DeMar DeRozan, Carmelo Anthony e Rudy Gay sarebbero tutti interessati a unirsi ai gialloviola per raggiungere un anello che non hanno mai vinto in carriera.

approfondimento

Lakers, Wizards e non solo dopo la trade Westbrook

Cosa possono dare DeRozan, Anthony e Gay

Se per il primo le sue parole di qualche giorno fa non lasciavano dubbi sulla sua grande voglia di tornare a casa — "I Big Three dei Nets hanno dimostrato che si può fare, non avrei problemi a giocare con LeBron e AD" —, c’è da considerare che molte altre squadre potrebbero offrirgli più soldi e un ruolo maggiore rispetto a quello che avrebbe ai Lakers, dove sarebbe di fatto la “quarta punta” nello scacchiere tattico e restringerebbe ulteriormente il campo attorno a James, viste le sue mancanze a livello di tiro da tre punti. Decisamente più chance invece per Rudy Gay, che è ormai definitivamente una riserva in questo momento della sua carriera, e soprattutto per Carmelo Anthony, che ormai da diversi anni viene puntualmente accostato ai Lakers per la sua grande amicizia con James. Nell’ultima stagione Anthony ha sfiorato il 41% da tre punti con la maglia dei Portland Trail Blazers, completando la sua transizione a tiratore piedi per terra e giocatore di post basso quando ha un mismatch favorevole, anche se sia lui che Gay giocano sostanzialmente lo stesso ruolo e sarebbero un po’ ridondanti. Ma quando ti ritrovi con così poche risorse come i Lakers a livello di salary cap, ogni giocatore in grado di tenere il campo disposto ad accettare il minimo salariale è benvenuto: sarà poi compito di coach Frank Vogel trovare il vestito tattico giusto per renderli competitivi, specialmente in una metà campo difensiva che appare meno solida rispetto a quella vista negli ultimi due anni — almeno sulla carta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche