Caricamento in corso...
18 agosto 2008

Magnini & Vezzali, il piagnisteo come specialità olimpica

print-icon
oli

Lancio di pomodori di PACHINO a Magnini & Vezzali

Olimpiadi di PACHINO / Uno ha fallito e incolpa il prossimo, l'altra ha stravinto e trova il tempo di lamentarsi in aereo: ma tacere, mai?

di PAOLO PAGANI

E venne il giorno delle lamentele, dei piagnistei. A nuoto archiviato, ieri ha sbuffato per primo Filippo Magnini, (non) illustre escluso dalla finale più finale che c'era, ovvero quella dei 100 sl. Parole sue: "Quanto alla programmazione, più di qualcosa non ha funzionato. Dovevamo fare almeno un meeting, o comunque le finali del Sette Colli e degli Assoluti di mattina per abituarci all'orario. Qualcuno si è abituato, altri non ci sono riusciti. Quanto ai costumi, non sono stati testati a lungo e questi sono i risultati. Dovevamo essere messi tutti nelle condizioni di stare più tranquilli possibili...".

Pronta, e dura come la batosta subìta in vasca, la rispostina a stretto giro di posta del suo presidente federale: "Forse non sapeva quello che diceva, oppure parlava perché qui ha preso una dura botta", soffiava infatti il presidente federale, Paolo Barelli.

A scherma, e medaglie, archiviate ha poi sbuffato anche Valentina Vezzali. Che si è lamentata del trattamento nel volo di ritorno da Pechino verso l'Italia. Imbarcata assieme alla (fallimentare) nazionale di calcio di Casiraghi, la fiorettista ha volentieri rinunciato al fioretto del buongusto, strepitando: "Ma come, loro in Business e noi in Economy? E' uno scandalo, un'ingiustizia..".

Tutti buoni, tutti amici, tutti Fratelli & Sorelle d'Italia, ma poi, alla prima occasione, tutti di nuovo prontissimi alla zuffa. Almeno verbale. E il famoso spirito olimpico? Ci facciamo sempre riconoscere. Basterebbe, in fondo, così poco. Sei deluso? Taci, al massimo accusa te stesso (vale per il non magno Magnini). Hai vinto l'oro, hai vinto il bronzo? Taci, stai contenta, torna da Pietro, il figliolo più celebre del mondo dopo gli sbaciucchiamenti lanciati dal podio, e fai la brava (vale per la valente Valentina). Pensiamoci in vista di Londra 2012: il piagnisteo come specialità olimpica. Ori azzurri assicurati. A valanga.
PAOLO PAGANI
SKY Sport-web-editor-in-Chief
     

Tutti i siti Sky