Caricamento in corso...
20 agosto 2008

Sensini argento nel windsurf: "Ho dato il massimo"

print-icon
sen

Alessandra sul podio insieme alla cinese Jian e all'inglese Shaw

La toscana ha chiuso con il secondo posto finale la classe windsurf RS:X femminile di vela. Oro alla cinese Yin Jian, bronzo alla britannica Bryony Shaw. LE FOTO DELLA FESTA SUL PODIO

Alessandra Sensini ha conquistato il settimo argento italiano alle Olimpiadi di Pechino chiudendo con il secondo posto finale la classe windsurf RS:X femminile di vela. La 38enne di Grosseto aggiunge questo suo primo argento olimpico in carriera all'oro ottenuto ai Giochi di Sidney 2000. La toscana vanta anche due bronzi conquistati alle Olimpiadi di Atlanta 1996 ed Atene 2004.

Il medagliere dell'Italia, ora a quota venti atleti sul podio, conta sei ori, sette argenti e sette bronzi. La medaglia d'oro del windsurf è andata alla cinese Yin Jian (primo oro olimpico di sempre per la Cina nella vela), mentre il bronzo è andato alla britannica Bryony Shaw.

"Sono felicissima, dopo l'oro di Sydney questa è la medaglia più bella". Alessandra Sensini commenta cosi' l'argento nella classe RS:X alle regate olimpiche i Qingdao: "E' stata un'Olimpiade difficilissima per me, con vento molto leggero che mi penalizza molto, e anche con una squalifica nella quinta prova che mi ha condizionato per metà delle qualifiche. Ho dato il massimo e sono soddisfattissima. Anche questa medal race è stata dura. Ho sperato nell'oro, quando ho visto la cinese al quinto posto e poi al quarto. Poi mi sono girata e ho visto quello che è successo con la spagnola (che è stata penalizzata, togliendo di fatto l'oro all'azzurra, ndr). Peccato, ma sono contenta così".

Le prime reazioni del presidente federale, Sergio Gaibisso: "Alessandra è un'atleta meravigliosa, ha delle risorse incredibili e anche stavolta ci ha regalato una medaglia costruita sulla classe e sulla preparazione. Ora la sua collezione è completa (bronzo nel 1996 e nel 2004, oro nel 2000, argento a Qingdao, ndr). La cosa più bella che ho visto oggi è stato il modo in cui Diego Romero ha festeggiato Alessandra al suo rientro: l'ha abbracciata e buttata in mare, sembrava più italiano di lei (Romero, bronzo nel Laser, è nato a Cordoba, ndr)!". "Ci è mancato molto poco per raggiungere il massimo- continua Gaibisso- c'è stato purtroppo la penalità alla spagnola che ha fatto recuperare alla cinese la terza posizione. Ma sono gli incerti delle regate, dobbiamo essere comunque contenti"

Tutti i siti Sky