Caricamento in corso...
29 settembre 2009

Olimpiadi 2016, cuore e batticuore: venerdì si sceglie

print-icon
fia

Il 2 ottobre a Copenaghen è il gran giorno per designare la sede dei Giochi. Una gara all'ultimo voto tra la Chicago di Obama, Madrid, Tokyo e Rio de Janeiro. Ore d'ansia per le rivali in lizza. IL VIDEO E LO SPECIALE OLIMPIADI

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI: VIDEO E NEWS

COMMENTA NEL FORUM DELLE OLIMPIADI

L'APPELLO DI OBAMA AL CIO PER CHICAGO 2016

Ognuna di loro ha puntato su qualcosa: l'ospitalità, la gente, l'organizzazione, i luoghi ma alla fine sarà un colpo di genio, qualcosa di speciale a sbaragliare la concorrenza per decidere chi fra Chicago, Madrid, Tokyo e Rio de Janeiro ospiterà i Giochi del 2016.

Per stupire, Madrid ha appena organizzato una manifestazione di piazza tutta a colori al grido di "Tengo una corazonada" un'espressione per descrivere il batticuore che lega la città ai 5 cerchi. Il Cio ha criticato la capitale spagnola per la mancanza di un'organizzazione ben definita e alcune perplessità sul codice antidoping in vigore in Spagna rispetto alle regole della Wada, ma è con l'entusiasmo di piazza che Madrid vuole conquistare gli elettori e aggiudicarsi l'avventura olimpica. Questo è l'obiettivo.

Per farlo è sceso in campo anche un'episodio di Law and Order (fiction poliziesca in onda su Fox) con una trama, tutta inventata, su un tentativo di corruzione ad opera del comitato organizzatore di Rio. Il Brasile si è indignato, Rogge non ha gradito, chi ne paga le conseguenze è Chicago visto che gli sceneggiatori scrivono dagli States. Toccherà ad Obama quindi chiedere scusa, mentre Tokyo per ora sta a guardare. E chissà che fra i 3 litiganti, magari, non sia proprio la capitale giapponese ad avere la meglio.

Tutti i siti Sky