Caricamento in corso...
03 ottobre 2009

Olimpiadi 2016, Obama: "Si può giocare bene e non vincere"

print-icon
oba

Barak Obama ha chiamato il presidente brasiliano Lula per complimentarsi personalmente dell'assegnazione delle Olimpiadi 2016 a Rio de Janeiro

Con questa metafora sportiva il presidente americano ha commentato la sconfitta di Chicago nella scelta per la sede dei giochi olimpici: "Sono orgoglioso di essere potuto andare e di essermi impegnato. Rio 2016? Un evento veramente storico". LO SPECIALE

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI

COMMENTA NEL FORUM DELLE OLIMPIADI

"Si può giocare bene e non vincere". Con questa metafora sportiva, il presidente americano Barack Obama ha commentato la sconfitta di Chicago nella scelta per la sede delle Olimpiadi 2016. "Anche se avrei preferito tornare con notizie migliori di Copenhagen, non potrei essere più orgoglioso di così", ha aggiunto il presidente al suo ritorno in patria.

Obama è stato il primo presidente americano a impegnarsi in prima persona per una candidatura olimpica e le aspettative create dal suo arrivo in Danimarca per perorare la causa della sua città di adozione davanti al Comitato Olimpico internazionale hanno ampliato la delusione della sconfitta. Il presidente ha tuttavia difeso il suo impegno: "Sono orgoglioso di essere potuto andare e di essermi impegnato personalmente", ha dichiarato.

Poi Obama ha reso omaggio alla scelta di Rio de Janeiro, chiamandola "un evento veramente storico" e ha riferito di aver  telefonato al presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva per congratularsi con lui, durante il volo che lo riportava in patria da  Copenhagen.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Tutti i siti Sky