Caricamento in corso...
14 novembre 2009

Caccia all'ultimo biglietto per le Olimpiadi: ecco come fare

print-icon
big

Tre biglietti per le prossime Olimpiadi: la cerimonia d'apertura, l'hockey e il curling (foto AP)

In vendita gli ultimi tagliandi per assistere ai Giochi invernali che si terranno a febbraio a Vancouver. Per gli italiani ne rimangono mille, nei canali ufficiali. Perché su siti come eBay e Stubhub la vendita continua, ma a prezzi da capogiro...

di Luca Di Garbo

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI

COMMENTA NEL FORUM DELLE OLIMPIADI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT

Se state pensando di partire per Vancouver a febbraio e di acquistare i biglietti per assistere alle prossime Olimpiadi, è bene che cominciate a rifletterci sul serio. La società incaricata dal Coni per la vendita dei tagliandi in Italia, fa sapere che ne sono rimasti circa 1000 dei 4500 iniziali. Tra i biglietti disponibili ce ne sono ancora alcuni per le cerimonie di inaugurazione e chiusura, mentre nulla da fare per quanto riguarda la finale di hockey visto che i canadesi - che confidano di vedere la propria nazionale lottare per l’oro - non hanno assegnato nemmeno un biglietto a noi italiani, forse considerando anche il fatto che la nostra rappresentativa non si è nemmeno qualificata per il torneo.

Capitolo prezzi. Sono 1 milione e 600 mila i biglietti dell’intera manifestazione e circa la metà di questi ha un costo di 100 dollari canadesi, ovvero 65 euro. Assistere però alla cerimonia di apertura ha un costo ben più elevato: dai 110 euro (per il settore C) ai ben 700 euro (settore A). Per l’ambitissima finale di hockey maschile si va invece dai 220 ai 500 euro, mentre per le gare di sci alpino ci vogliono dai 60 ai 100 euro. Più abbordabili le gare di sci di fondo con prezzi compresi tra 16 e 45 euro. Se volete comunque godere dell’atmosfera olimpica, senza tuttavia spendere un patrimonio, ci sono sempre le cerimonie di premiazione al “Bc Place Stadium” di Vancouver. Bastano 14 euro, infatti, per godersi il volto festante di un italiano sul gradino più alto del podio e avere così la soddisfazione di cantare a squarciagola le note dell’inno di Mameli, cosa che alle scorse Olimpiadi di Torino è avvenuta cinque volte.

Proprio oggi inizierà, invece, la terza e ultima fase di vendita dei biglietti sul sito ufficiale delle Olimpiadi. Saranno più di 100.000 i tagliandi in palio, riservati però esclusivamente ai residenti in Canada. Qualora abbiate qualche parente da quelle parti sarà bene sollecitare. Particolari le procedure d’acquisto che danno uguale possibilità a tutti, grazie alla presenza di una virtuale “waiting room” da dove gli utenti vengono sorteggiati per poi essere reindirizzati verso l’acquisto vero e proprio. Dal sito è possibile acquistare fino a quattro eventi diversi con un limite di otto biglietti per ogni evento, eccezion fatta per gli eventi speciali come la cerimonia d’apertura e chiusura e la finale di hockey il cui limite è di quattro tagliandi.

Ad ogni modo, presso i botteghini, saranno messi in vendita un limitato numero di tagliandi il giorno stesso delle competizioni. E per i più irriducibili esistono sempre siti come eBay, Stubhub e Craigslist dove, a tre mesi dall’inizio delle Olimpiadi, impazza già il bagarinaggio on-line più scatenato. Le cifre sono a dir poco folli: c’è chi arriva a chiedere 3800 euro per un posto alla cerimonia d’apertura, più di cinque volte il prezzo facciale, e chi si accontenta di 2300 euro per la finale di hockey. Difficile dire quanti sarebbero disposti a tale capriccio, ma non è da escludere che già dopo la “lotteria” dei biglietti di questo sabato, qualche facoltoso appassionato possa farsi avanti.

Tutti i siti Sky