Caricamento in corso...
17 febbraio 2010

Rientrata in Georgia la salma di Kumaritashvili

print-icon
sli

Nodar Kumaritashvili viene caricato in ambulanza, ma purtroppo i soccorsi non serviranno a niente

La bara, avvolta con la bandiera della sua nazione, è stata accolta dalla sua famiglia e dalla guardia d'onore. Il feretro è stato poi trasportato a Bakuriani, città nativa del ragazzo, dove l'atleta verrà sepolto. IL VIDEO E LE FOTO DELL'INCIDENTE

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI

LE OLIMPIADI VISTE DA GOOGLE MAPS

COMMENTA NEL FORUM DELLE OLIMPIADI

LA DISCESA FATALE: IL VIDEO

E' rientrata questa mattina in patria la salma del georgiano di 21 anni Nodar Kumaritashvili, morto venerdì scorso a Vancouver durante le prove di slittino. La bara, avvolta con la bandiera della Georgia, è stata accolta dalla sua famiglia e dalla guardia d'onore formata da giovani atleti. Forte commozione e cordoglio da parte dei due genitori prima che la salma venisse posta nel carro funebre per essere trasportata nella città nativa del ragazzo, Bakuriani, dove l'atleta verrà sepolto sabato. Nei pressi dell'aeroporto, una folla di giovani con bandiere georgiane e le candele in mano, si sono riuniti in omaggio a Nodar. "La sua morte è una grande perdita non solo per la Georgia, ma per il mondo dello sport" ha detto Giorgi Asanidze, membro del parlamento georgiano. "Nodar merita l'onore per il suo sacrificio", ha aggiunto.

Gli organizzatori dei Giochi e la Federazione internazionale di slittino non hanno riscontrato nessuna anomalia sulla pista. Gli esperti hanno rilevato che il ragazzo "è entrato troppo tardi nella curva n.16 e, anche se ha cercato di correggere la traiettoria, ha perso il controllo dello slittino, causando il tragico incidente". Secondo quanto deciso dalle autorità georgiane, sarà costruita  una pista per slittino a Bakuriani in onore di Nodar Kumaritashvili.

L'invettiva di David Letterman - "Hanno detto che lo  slittinista ha sbagliato. E questo fa schifo. E' solo ipocrisia".  Dopo le critiche della stampa inglese, che tira già la volata ai Giochi di Londra 2012, gli organizzatori delle Olimpiadi di Vancouver  2010 devono fare i conti con le accuse di David Letterman. Il celebre  conduttore del Late Show, programma della Cbs che rappresenta uno dei totem della tv statunitense, ha dedicato una parte dei suoi abituali monologhi alla tragica scomparsa di Nodar Kumaritashvili, lo  slittinista georgiano che ha perso la vita in un incidente durante un  allenamento sulla pista olimpica. "Un errore? Mi domando se tutto questo non abbia  a che fare con quelle travi d'acciaio senza nessuna copertura... Non  accusate il ragazzo, per la miseria", ha detto Letterman. "Lui aveva detto al padre: 'C'è qualcosa che non va qui, sono un po' spaventato  per la pista"', ha aggiunto riferendo quanto reso noto nei giorni  scorsi dal genitore dello sfortunato slittinista. Prima della gara, Kumaritashvili aveva espresso al papà i timori per la sicurezza in  pista ma aveva comunque manifestato l'intenzione di partecipare alla  prova. "Quello che hanno detto dopo mi puzza. E' solo ipocrisia", ha detto Letterman.

Tutti i siti Sky