Caricamento in corso...
21 febbraio 2010

Super G, la Schnarf sfiora l'impresa. 30 Km, azzurri a fondo

print-icon
di_

Giorgio Di Centa soltanto 12.o nella 30 Km a inseguimento (Foto Ansa)

Nella gara femminile oro alla Fischbacher, argento alla slovena Maze, bronzo per la Vonn. Italia a soli 11 centesimi dal podio. Nel fondo Di Centa 12.o, Piller Cottrer 14.o. Flop Fabris nel pattinaggio di velocità. LO SPECIALE, LE FOTO E GLI HIGHLIGHTS

SCOPRI LO SPECIALE OLIMPIADI

GUARDA GLI HIGHLIGHTS DELLE OLIMPIADI


Super G Donne - Continua a restare a digiuno di medaglie la squadra azzurra di sci alpino. Dopo il mancato podio di Werner Heel nella gara maschile, anche il Super G donne non ha regalato soddisfazioni. La vittoria è andata all'austriaca Andrae Fischbacher autrice di una prova eccellente conclusa con il tempo di 1'20"14. Alel sue spalle si è piazzata la slovena Tina Maze, mentre la medaglia di bronzo è andata a Lindsay Vonn.

La migliore delle azzurre è stata Anna Schnarf che ha chiuso a solo undici centesimi del podio terminando quarta una prova eccellente. Settima, invece, Lucia Recchia. Lontana dalle prime Elena Fanchini, fuori Daniela Merighetti.

Sci di fondo 30 Km inseguimento
- Dopo l'argento di Pietro Piller Cottrer, gli azzurri non si ripetono nella 30 Km a inseguimento. Dopo una buona prova Giorgio Di Centa crolla nel finale e giunge solo 12.o. Prova difficile anche per Piller Cottrer che nonostante una gara in crescendo si piazza al 14.o posto. La medaglia d'oro va allo svedese Marcus Hellner davanti al tedesco Tobias Angerer. Bronzo per l'altro svedese Johann Olsson.

Pattinaggio velocità - Delusione azzurra nei 1.500 del pattinaggio di velocità con Enrico Fabris che non è riuscito a difendere il titolo conquistato a Torino. L'atleta di Asiago ha chiuso al decimo posto. L'oro è andato all'olandese mark Tuitert, argento allo statunitense Shani Davis e bronzo al norvegese Havard Bokko. Quarto il russo Ivan Skobrev che nel corso dell'anno si è allenato con gli azzurri agli ordini del ct Maurizio Marchetto. "Evidentemente non sono in uno stato di forma eccezionale. Non c'ero dall'inizio alla fine ma non cambierei niente della mia preparazione. Non puoi scegliere il giorno in cui vai forte. Non devo aggrapparmi all'idea di quattro anni fa", ha spiegato il pattinatore che ora vuola voltare pagina e puntare sulla gara a squadre e sui 10.000. "Mi dispiace ma ora cercherò di riordinare le idee e concetrarmi su queste due prove". Matteo Anesi ha chiuso dodicesimo.

Short track - Arianna Fontana, bronzo nei 500 metri, ha vinto la finale B dei 1500 metri di short track classificandosi al nono posto. La cinese Yang  Zhou si è aggiudicata il titolo davanti alle coreane Eul Byun Lee e Seung Hi Park. Non hanno passato il primo turno invece Cecilia Maffei (5o posto) e Katia Zini (6o posto). Nei 1000 metri maschili nessuno dei tre azzurri in gara - Yuri Confortola, Nicola Rodigari e Nicolas Bean - ha superato i quarti di finale. I coreani Jung Su Lee e  Ho Suk Lee hanno rispettivamente conquistato il primo e il secondo posto mentre il bronzo è andato ad Apollo Ohono.

Salto con gli sci
- E' ancora Simon Amman ad aggiudicarsi la medaglia d'oro nel trampolino grande. Dopo il successo nella gara precedente lo svizzero ha colto il bis grazie a un totale di 283,6 punti. Argento al polacco Adam Malysz, bronzo per l'austriaco Schlierenzauer. Lontanissimi gli azzurri il migliore dei quali è stato Sebastian Colloredo finito 27.mo.

Tutti i siti Sky