Caricamento in corso...
06 ottobre 2011

Doping, Tas contro Cio: ai Giochi anche atleti squalificati

print-icon
mer

LaShawn Merritt, campione olimpico dei 400 metri piani ai Giochi di Pechino, è uno degli atleti che beneficeranno della sentenza del Tas

Il Tribunale arbitrale dello sport smentisce il Comitato olimpico internazionale. Alle Olimpiadi potranno infatti prendere parte anche atleti con oltre sei mesi di squalifica. Il sindaco di Londra, intanto: "Noi siamo già pronti". LE FOTO

FOTO - Londra, cantiere a cielo aperto aspettando il 2012

NEWS: Inaugurata a Londra la pista made in Italy - Olimpiadi di Londra? Su Twitter vincono gli Stati Uniti - Fiona May "salta" con Sky. I Giochi in 3D

Le Olimpiadi secondo Sky: così sarà Londra 2012

Doping, il Tas (Tribunale arbitrale dello sport) smentisce, in una sentenza, le regole finora adottate dal Cio (il Comitato Olimpico internazionale): ai Giochi olimpici potranno cioè partecipare anche atleti con squalifiche di oltre sei mesi. "La decisione del Comitato esecutivo del Cio del 27 giugno 2008 che vieta agli atleti sospesi per un periodo superiore ai sei mesi a  causa di una violazione delle regole antidoping di partecipare alle prossime Olimpiadi dopo la conclusione della sospensione è non valida e inapplicabile", si legge nella sentenza del Tas.

Il Tribunale arbitrale dello sport ha dichiarato non valida insomma la regola del Cio che prevede il bando dai Giochi Olimpici per gli atleti squalificati. La Corte di Losanna ha dato così il via libera alla partecipazione alle prossime Olimpiadi di Londra a dozzine di atleti che negli ultimi anni hanno subito punizioni per l'uso di sostanze illecite. Secondo il Tas, la regola 45 del Cio è stata definita "non valida e inapplicabile".  Il ricorso era stato presentato dal Comitato Olimpico Usa.

Intanto, a poco meno di 300 giorni dall'evento, Londra è pronta a ospitare le Olimpiadi del 2012. Lo ha assicurato il sindaco, Boris Johnson, ad una delegazione del Comitato olimpico internazionale in visita. La commissione di coordinamento del Cio, al suo penultimo soggiorno londinese prima dei Giochi, si è incontrata ieri con Johnson alla City Hall. "I nostri siti sono pronti, il Parco (olimpico) è pronto, il nostro sistema dei trasporti è in via di trasformazione", ha detto il sindaco alla delegazione.

La costruzione di tutti i campi di gara - compreso l'impianto principale, lo stadio olimpico - è stata completata e i siti sono stati consegnati al comitato organizzatore. La pista di atletica è stata presentata lunedì. Circa 6,5 miliardi di sterline sono stati già spesi per migliorare ed estendere la rete di trasporti, tra le principali preoccupazioni degli organizzatori.

Tutti i siti Sky