Caricamento in corso...
13 febbraio 2012

Roma 2020, si decide: Monti riceve il comitato promotore

print-icon
oli

L'impatto economico di una Olimpiade: gli esempi del passato

L'incontro con il premier, secondo quanto si apprende da fonti del Campidoglio, è stato garantito circa 10 giorni fa e confermato per la giornata di martedì dal sottosegretario Catricalà. Tutti i pro e i contro dei Giochi

SPECIALE: tutto sulla marcia verso Londra 2012

VIDEO -
Il sogno paralimpico, verso Londra 2012: tutti i video di "Share your dream"

FOTO -
Quando l'Olimpiade fa la guerra alle guerre - Un 2011 tutto già a cinque cerchi...

GUIDA TV - Obiettivo: Londra 2012 - Le Olimpiadi secondo Sky: così sarà Londra 2012

L'incontro tra il Comitato promotore di Roma 2020 e il premier Monti, secondo quanto si apprende da fonti del Campidoglio, è stato garantito dal premier circa 10 giorni fa e confermato oggi per la giornata di martedì 14 febbraio dal sottosegretario Antonio Catricalà. L'ora dell'incontro non à ancora stata fissata nell'agenda di Monti.

L'incontro potrebbe esserci anche con Gianni Alemanno, sindaco di Roma: "Il premier Monti ci riceverà domani mattina", ha detto Alemanno spiegando che, grazie ai nuovi investimenti promessi dai privati, le Olimpiadi diventano un guadagno per il Paese.
Alemanno sembra essere fiducioso sull'ok del premier Monti alla candidatura: "Penso di sì perchè Monti è una persona intelligente e molto rigorosa che ha voluto vedere le carte fino in fondo. Io sono fiducioso che la scelta non possa non essere positiva".

Per quanto riguarda gli investimenti Alemanno ha precisato che "l'investimento per le Olimpiadi si sposta ancor più sul versante privato: ben 400 milioni di euro passano da investimenti pubblici a privati per la realizzazione della città dello sport di Tor Vergata. E' un fatto importante che fa diventare in attivo le Olimpiadi per cui si prevedevano 4 miliardi e 700 milioni di investimenti pubblici e un ritorno fiscale di 4 miliardi e 600. Ora l'investimento pubblico diventa di 4 miliardi e 300, l'attivo è di 300 milioni".

Vantaggi e svantaggi - Intanto, in attesa di sapere quale sarà la decisione del governo sull'appoggio della candidatura di Roma, cerchiamo di capire quali sono gli aspetti che il presidente Monti troverà sulla bilancia al momento di decidere.
Vantaggi e svantaggi di un sogno chiamato Olimpiade. Il 15 febbraio scade il termine per presentare le candidature, a quella italiana manca la firma di Monti per le garanzie che il governo deve fornire al Cio. L'assegnazione dei Giochi avverrà il 7 settembre del prossimo anno a Buenos Aires. Ecco una piccola guida per capire meglio.

COSTO ZERO: si tratterebbe di un'olimpiade sostanzialmente a costo zero. A fronte di 4,7 miliardi di spesa pubblica ci sarebbero infatti entrate erariali per 4,6 miliardi. L'incremento del Pil sarebbe dell'1,4 % e si creerebbero 29000 nuovi posti di lavoro nel 2020 e 12mila negli anni successivi.

GLI IMPIANTI: 80% degli impianti sono già pronti. La spesa più ingente è il completamento della cittadella dello sport (2 palazzetti) e il velodromo di Tor Vergata

NUOVO VOLTO: Roma cambierebbe volto. Ampliamento dello scalo di Fiumicino (sostenuto da Aeroposti di Roma), prolungamento della metro fino a Tor Vergata. Il villaggio olimpico a Tor di Quinto sarebbe costruito da privati che successivamente potrebbero rivendere gli appartamenti. Come accadrà a Londra

PRECEDENTI ITALIANI: Roma '60 e Torino 2006. L'olimpiade del 2020 erediterebbe proprio da Roma '60 gran parte degli impianti, l'ammodernamento sarebbe un valore aggiunto inestimabile. Torino 2006 fu un successo, proprio la città ne uscì piacevolmente trasformata, il palazzo dello sport è una splendida eredità come pure lo stadio Olimpico che - sia pur indirettamente - ha consentito alla Juventus di costruirne un altro di stadio, il proprio. E anche questa è da ascrivere alla voce attivo.

I CONTRARI: il fronte del "no" propone il paragone con qualche infelice precedente italiano come i Mondiali del '90, e - in parte - come i Mondiali di nuoto del 2009. Ma fonda la propria contrarietà su un solo argomento, apparentemente pesante come un macigno: il delicato momento economico che sta vivendo il paese. C'è il timore che l'Europa veda con preoccupazione la spesa per le opere previste per questo evento. Ma anche la Spagna s'è iscritta alla corsa con la candidatura di Madrid. E nessuno ha gridato allo scandalo.

Tutti i siti Sky