Caricamento in corso...
18 dicembre 2013

Sochi 2014, Azzurri al Quirinale: "Orgoglio dell'Italia"

print-icon

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto la squadra in partenza per i Giochi Invernali e consegnato la bandiera italiana ad Armin Zoeggeler e al portabandiera paralimpico, il giocatore di hockey Andrea Chiarotti. VIDEO

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ricevuto in udienza al Quirinale la squadra italiana in partenza per i Giochi Olimpici e Paralimpici di Sochi 2014. All’udienza hanno preso parte una rappresentanza di atlete e atleti azzurri, tecnici e dirigenti, guidati dal Presidente del CONI, Giovanni Malagò, dal Segretario Generale, Roberto Fabbricini, e dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. Dopo i discorsi introduttivi, il Capo dello Stato ha consegnato la bandiera italiana all'alfiere azzurro di Sochi, Armin Zoeggeler, e al portabandiera paralimpico, Andrea Chiarotti, giocatore di ice sledge hockey.

Malagò, presidente Coni - "Signor presidente, lei consegnerà la bandiera ad un atleta formidabile, a una persona speciale, simbolo ed esempio di lealtà per tutti gli italiani. Armin Zoeggeler, e non è un gioco di parole, è una bandiera dello sport italiano che alle Olimpiadi di Soci 2014 diventerà un portabandiera". Queste le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò, in apertura della cerimonia al Quirinale per la consegna del tricolore alla delegazione azzurra ai Giochi olimpici e paralimpici invernali.

La consegna del Tricolore - Alle 11.26 il Presidente della Repubblica ha consegnato la bandiera italiana ad Armin Zoeggeler e ad Andrea Chiarotti.

Le parole di Napolitano - "Voi che praticate lo sport nelle grandi occasioni e siete l'orgoglio dell'Italia siate animati da spirito patriottico. Dovete fare vincere l'Italia e rendere onore e prestigio ala nazione. Abbiate orgoglio nazionale ma non nazionalismo, non contrapposizione ad altre nazioni", ha detto Napolitano. "Non sono mai stato vicino allo sport come in questi anni da presidente. Posso coprire le mie clamorose carenze nell'educazione sportiva con la giustificazione della guerra ma mi illudo di aver recuperato in questi sette anni e più, anche grazie a un riferimento di passione e competenza sportiva che ho in famiglia e che mi è stato prezioso" ha aggiunto Napolitano.

Il grazie di Armin e Andrea - "Sono molto orgoglioso di questo bellissimo compito, signor presidente. Spero di fare bene". Queste le parole di Armin Zoeggeler, dopo aver ricevuto al Quirinale dal Capo dello Stato il tricolore che porterà nella cerimonia d'apertura delle prossime Olimpiadi. "Grazie mille per questo onore", ha detto rivolto al Presidente anche l'alfiere azzurro alle Paralimpiadi, Andrea Chiarotti.

Tutti i siti Sky