Caricamento in corso...
16 dicembre 2014

Cio, Bach benedice Roma 2024: "Candidatura molto forte"

print-icon
bac

Thomas Bach positivo sulla candidatura di Roma 2024: "Possiede una base solida per organizzare il progetto in maniera fattibile e sostenibile"

Prime parole del Presidente del Comitato Olimpico Internazionale sul sogno italiano per i Giochi del 2024: "Le Olimpiadi del 1960 sono state memorabili. E oggi Roma possiede una base solida per organizzare il progetto in maniera fattibile e sostenibile"

24 ore dopo l'ufficializzazione della candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024 arriva la reazione positiva del Presidente del Cio, Thomas Bach: "Sarà una candidatura molto forte. L'Italia è una grande nazione olimpica, con atleti di successo e grandi dirigenti. Roma ha già organizzato Giochi memorabili nel 1960". "Ha anche ricchezza di impianti sportivi già esistenti, infrastrutture generali e i monumenti storici famosi in tutto il mondo. Tutto questo rappresenta una base solida per organizzare i Giochi in maniera fattibile e sostenibile", conclude Bach.

"Ho letto, mi ha fatto un piacere enorme, ha detto delle cose bellissime che ultimamente ci rendono orgogliosi da una parte e dall'altra ci devono dare ancora più senso di responsabilità". Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, commenta a margine del Giro d'Onore, le dichiarazioni del presidente Cio Thomas Bach che ha definito la candidatura di Roma 2024 "molto forte". "Ci siamo inseguiti, ci siamo chiamati reciprocamente", dice Malagò.

"La dichiarazione di Raffaele Cantone? Del tutto inaspettata, è quello che penso venga detto da lui. E' il primo che conferma e vede quello che si sta facendo per l'Expo: si possono fare delle cose, l'importante è partire dall'inizio con criteri che fino adesso forse nessuno ha adottato". Il presidente del Coni interviene anche a proposito delle frasi del Procuratore dell'Anticorruzione, che ha detto che la paura della corruzione "non può essere un alibi per rinunciare" alla candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2024. Il capo dello sport italiano commenta anche l'immagine delle manette al posto dei cerchi olimpici utilizzata dal M5S per criticare la scelta della candidatura. "Ognuno è padrone di dire e fare quello che pensa nel rispetto sempre di quelli che sono i ruoli -conclude Malagò -. Ognuno deve avere la massima considerazione per l'opinione di tutti".

Tutti i siti Sky