Caricamento in corso...
22 aprile 2016

La Pellegrini domina i 200 sl a Riccione, Dotto sfreccia anche nei 50

print-icon
fed

Federica Pellegrini non è parsa molto soddisfatta al termine dei 200 sl a Riccione (Lapresse)

Primo test per la campionessa veneta in vista di Rio. Federica fa sua la finale agli assoluti di nuoto di Riccione chiudendo in 1’55’’30: "Io portabandiera? Sarebbe il coronamento di una carriera". Il neoprimatista dei 100 sl chiude in 21''91 e trova la qualificazione olimpica. Mancano l’appuntamento con il pass Mizzau e Turrini

Prove di 200 stile per Federica Pellegrini in vista di Rio. La campionessa veneta, che era già qualificata per le Olimpiadi, domina la finale agli assoluti di Riccione nuotando in 1’55''30 (quarto tempo stagionale mondiale, ndr) con una condotta di gara completamente diversa rispetto al solito con un passaggio ai 100 metri molto forte. La Pellegrini che sperava di nuotare sotto l'1'55 si è detta soddisfatta del passaggio a metà gara ma non del tempo finale. Seconda Alice Mizzau in 1’58’’71 che manca però l'appuntamento con il pass olimpico. "Io portabandiera? A me fa piacere se molti dicono che potrei essere io, non so ancora niente, lo saprò solo il 27 aprile insieme a tutti voi. Di solito le notizie partono veloci...". Lo dice Federica Pellegrini, l’atleta designata ad essere nominata portabandiera della prossima spedizione azzurra alle Olimpiadi di Rio 2016. La decisione sarà resa nota alla Giunta Coni del 27 aprile dal presidente Giovanni Malagò. "Se sarò io - precisa Pellegrini al termine della finale dei 200 stile libero vinta agli Assoluti di Riccione con il tempo di 1'55"30 - sicuramente sarebbe il coronamento di una carriera che dura ad alto livello da più dieci anni, e dell'amore che nutro per il mio Paese. Se fossi io sono sicura che capitanerò una squadra combattiva".


Dopo aver staccato il pass nei 100 stile libero ed aver stabilito il nuovo record italiano, Luca Dotto domina anche la finale dei 50 stile in 21’’91 trovando la qualificazione per Rio anche sulla distanza più corta. Secondo Federico Bocchia in 22’06 che stacca il pass per gli Europei di Londra.

Dopo aver trovato il pass per Rio nei 400, Federico Turrini fa sua, con qualche fatica di troppo, anche la finale dei 200 misti non trovando però il tempo limite per i Giochi. Turrini ha chiuso in 1’59’’61. Secondo tempo per Giovanni Sorriso in 2’00’’68.

Tutti i siti Sky