Caricamento in corso...
08 giugno 2016

Sharapova squalificata per due anni, salta Rio

print-icon
sha

Sharapova annuncia la sua positività durante una conferenza del 7 marzo (foto Getty)

La tennista russa era risultata positiva al Meldonium durante gli Australian Open 2016. Il provvedimento decorre dal gennaio 2016. Le prime reazioni: "Punizione davvero eccessiva, ricorrerò immediatamente al Tas"

Maria Sharapova è stata sospesa per due anni dalla Federazione Internazionale Tennis dopo essere risultata positiva alla sostanza Meldonium durante gli Australian Open di quest'anno. La tennista russa perde il premio in denaro e i punti per il ranking ottenuti durante il torneo australiano, dove aveva raggiunto i quarti di finale. Nella dichiarazione la Federazione specifica che la squalifica decorre dal 26 gennaio 2016. Nelle motivazioni della sanzione inflitta a Sharapova, il tribunale della Federazione precisa che "la violazione delle regole antidoping" da parte della russa "non è stata intenzionale in quanto non si è resa conto che il Meldonium contenesse una sostanza proibita dal 1° gennaio 2016". Tuttavia, secondo l'organismo, "se lei non avesse nascosto l'uso del Meldonium alle autorità antidoping, ai membri del suo stesso team e ai dottori che ha consultato, la violazione sarebbe stata evitata". Da qui, la conclusione: "Lei è l'unica autrice della propria sventura".

Sharapova ha affidato le prime reazioni alla propria pagina Facebook: "Nonostante il tribunale della Federazione abbia riconosciuto che non ho violato volontariamente le regole antidoping, non posso accettare le decisioni della corte: due anni sono una punizione eccessiva". E annuncia il ricorso in appello al Tas, il Tribunale arbitrale dello sport di Losanna.

Tutti i siti Sky