Caricamento in corso...
13 agosto 2016

Rossetti, dedica per due: "Per me e per mio padre"

print-icon
ros

Gabriele Rossetti è oro nel tiro a volo a Rio, specialità Skeet (Foto Getty)

L'azzurro festeggia dal gradino più alto del podio: "La mia medaglia è anche per mio padre. Guida un'altra nazionale, ma il suo cuore è con me". Papà Bruno: "La sua vittoria è una specie di rivincita del mio terzo posto olimpico nel '92"

Gioia infinita sul fronte azzurro dopo il trionfo di Gabriele Rossetti nel tiro a volo, specialità skeet. Dedica speciale sul podio: "Mio padre non perse un bronzo, come dice lui, ma lo conquistò. E io oggi ho preso l'oro: abbiamo allargato la bacheca di famiglia, e questa medaglia è anche sua".  "Guida un'altra nazionale, ma il suo cuore è con me. Poi dico grazie al Ct Andrea Benelli" aggiunge Gabriele, "Mi è dispiaciuto battere Delaunay e Terras, i ragazzi guidati da mio padre: sono rivali ma anche amici con cui spesso mi alleno. Ma oggi era io o loro, è lo sport".

Prima ancora di Gabriele aveva parlato papà Bruno, bronzo dello skeet a Barcellona '92: "L'oro vinto da Gabriele è una specie di rivincita del mio terzo posto olimpico: ero primo e scivolai al terzo posto all'ultimo piattello. E lui oggi è diventato oro proprio all'ultimo piattello...".

Tutti i siti Sky