Caricamento in corso...
17 agosto 2016

Setterosa in finale, il ct Conti: "Non fermiamoci"

print-icon
fab

Il ct del Setterosa si giocherà l'oro olimpico nel giorno della sua 200ma panchina in Nazionale (foto Getty)

L'allenatore della squadra femminile di pallanuoto festeggia la vittoria per 12-9 contro la Russia che vale l'accesso alla finale: "Quel giorno festeggerò la 200ma panchina, non avrei potuto ricevere regalo migliore"

"Il sogno di ogni atleta è di giocarsi una finale olimpica, siamo venuti qui per quello e l'abbiamo raggiunta. Adesso, dopo questi 15' di festeggiamenti ci prepareremo per la finale": felice ma con i piedi per terra, Fabio Conti, ct del Setterosa che ha appena battuto la Russia 12-9, guadagnandosi così la finale olimpica. Conti festeggerà proprio venerdì sera a Rio la sua 200ma panchina e, dice, "non avrei potuto avere regalo migliore. Non è stato semplice. Grazie al sostegno arrivato dall'Italia".  Spiega il tecnico delle azzurre: "Avevamo di fronte la Russia che non è arrivata qui per caso. Ha buttato fuori la Spagna e questo la dice lunga. Le ragazze però sono state bravissime: sotto 2-0, hanno saputo gestire il momento, le abbiamo prima raggiunte e poi superate e negli ultimi due tempi preferito una difesa accorta ad un attacco spregiudicato", chiude Conti che dice "grazie a tutti quanti ci hanno sostenuto, anche da casa. E' un incitamento che abbiamo sentito e un bacio ai bambini del Policlinico Gemelli che ci guardano sempre". Il Setterosa si giocherà la medaglia d'oro in finale contro gli Stati Uniti.

Di Mario: "Meritiamo la finale" - "Voglio dire grazie alle mie compagne. Grazie per avermi regalato la possibilità di vivere un altro sogno, un'altra finale olimpica. Mi hanno fatto piangere". A 37 anni, Tania Di Mario, è l'unica reduce di quella squadra che nel 2004 conquistò la medaglia d'oro ai Giochi di Atene. Adesso, dodici anni dopo, avrà la possibilità di bissare quel titolo: "Ormai ho una certa età e mi commuovo facilmente - ha aggiunto - Ce la meritiamo questa finale. Le ragazze non hanno bisogno dei miei consigli, sanno come giocare una finale. Sono sicura che scenderanno in acqua senza pensare che al collo hanno già una medaglia". Un percorso netto fin qui, una prestazione che fa pensare alle imprese di quel Setterosa capace di vincere l'oro olimpico: "Pensate solo a queste ragazze - ha concluso la Di Mario - sono loro che stanno scrivendo un'altra pagina di storia della pallanuoto italiana".  

Tutti i siti Sky